Tosi va in Europa!

mVpDChT-670x1113La Lega Nord esplode nei sondaggi con un consenso stabilmente sopra le due cifre (chi dice il 13, chi il 14 per cento). Salvini, il leader, ha preso il posto di Maroni e va in televisione dalla mattina alla sera maturando una esperienza da talk show molto utile ai fini elettorali. Il partito ispirato da Miglio aspira a diventare l’unica opposizione a Matteo Renzi scippando il ruolo del malcontento a Beppe Grillo e al movimento a 5 stelle. Insomma, per i leghisti tutto sembrava andare per il meglio e che ti succede? Che il sindaco di Verona, Tosi, si lamenta, strepita e inveisce contro gli indiscutibili successi del leader milanese del partito fino a farsi cacciare dalla Lega a pedate.

Nessuna testa di rapa in Italia che si chieda come mai!!!

Ma come, il presidente del Veneto, Zaia, aveva già la vittoria in tasca e ora con la spaccatura del venetissimo Tosi, le probabilità che il Leone di san Marco vada in mano al PD sono tutt’altro che remote. Una eventualità che fino a qualche anno or sono sarebbe sembrata pura immagine onirica, una fantascienza che neanche l’Asimov dei tempi migliori, ma che dico Asimov, Philip Dick non avrebbe supposto niente di così assurdo

Lo Ripetiamo: nessuna testa di rapa che si chieda il perchè di questa spaccatura al di là delle testimonianze di facciata, delle dichiarazioni ufficiali, dei regolamenti di partito.

Siccome noi siamo Micidial ve la raccontiamo in modo diverso, ma sempre col dono della sintesi:

TOSI STA FACENDO UN LAVORO SPORCO PER CONTO DELLA FINANZA EUROPEA CHE AVREBBE SOLO SVANTAGGI DA UN’USCITA DALL’EURO

TOSI STA FACENDO UN LAVORO SPORCO PER CONTO DELLA FINANZA EUROPEA CHE AVREBBE SOLO SVANTAGGI DA UN’USCITA DALL’EURO

TOSI STA FACENDO UN LAVORO SPORCO PER CONTO DELLA FINANZA EUROPEA CHE AVREBBE SOLO SVANTAGGI DA UN’USCITA DALL’EURO

TOSI STA FACENDO UN LAVORO SPORCO PER CONTO DELLA FINANZA EUROPEA CHE AVREBBE SOLO SVANTAGGI DA UN’USCITA DALL’EURO

TOSI STA FACENDO UN LAVORO SPORCO PER CONTO DELLA FINANZA EUROPEA CHE AVREBBE SOLO SVANTAGGI DA UN’USCITA DALL’EURO

 Lo ripeto 5 volte qui perché ho notato che quando lo ripeto 3 volte molti lettori ancora non capiscono.

Salvini è l’unico leader italiano che è riuscito a farsi accreditare all’estero da Putin, forse l’uomo più potente al mondo dopo Obama, e dalla passionaria Marina LePen, vincitrice secondo i sondaggi delle politiche in Francia. Cosa accomuna Salvini alla LePen o a Farage in gran Bretagna? Che sono contro la dittatura finanziaria dell’eurozona, contro junker e la nomenclatura di Bruxelles.

Gli unici rimasti a difendere a spada tratta l’euro in Europa sono Merkel, Hollande e Renzi, foraggiati dalle banche che li tirano come burattini, in pratica. Occorreva fermare almeno l’antirenzi visto che Merkel e Hollande sul tema sono alle strette da tempo. Cosa c’era di meglio di un nemico interno a Salvini?

Zingari, stranieri sui barconi, campi rom, terrorismo Isis, l’alleanza coi neofascisti, la marcia su Roma 2.0

. . .  . . . 

sono tutte CAZZATE

sono tutte CAZZATE

sono tutte CAZZATE

sono tutte CAZZATE

sono tutte CAZZATE

 (5 volte sempre da ripetere sfumando prima di fare la comunione): la vera partita qui è in dobloni, in moneta sonante, la vera faccia dello strapotere finanziario sul debito europeo con i ricatti a tutta alè del capitalismo internazionale che nel sindaco veronese ha trovato l’ennesimo utile idiota.

Tosi… farai carriera! (anche se c’hai na sbesola talmente grossa che fino a pochi anni fa t’avrebbero fatto fare l’attrazione freak del Circo Medrano).

denti

Una sola speranza ci tiene in vita: Fini fece la stessa manovrina con Berlusconi. Berlusconi ne uscì logorato e poco dopo cedette il governo, ma l’europeista Fini è sparito dalla circolazione, per grazia di Dio.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.