Economisti Italiani a Zappare la Terra. Zingales visto da Monetazione.it

Che dire del trader modenese Giovanni Zibordi? Che oltre ad aver scritto con Marco Cattaneo il miglior libro italiano sull’euro e sulla moneta, dai suoi siti web monetazione e cobraf riesce a scovare anche a distanza di molto tempo le corbellerie sparate sui media nazionali dagli insulsi economisti italiani (pagati per rovinarci, aggiungiamo noi di Micidial).

Dopo aver mirabilmente asfaltato Giavazzi qui, Zibordi ci propone oggi una splendida analisi sulle previsioni del più quotato e celebrato economista italiano: Zingales.

  “…C’è una battuta che gira tra i miei colleghi: «Sai qual è la differenza tra il Giappone e la Grecia?». L’agghiacciante risposta è: «Tre anni»

Così scriveva nel nov 2012 Luigi Zingales sul quotidiano di color rosa equiparando Grecia e Giappone come avviate entrambe, a tre anni di distanza, ad un default a causa del debito pubblico del 200% del PIL. Il fatto che la Grecia fosse vincolata dall’Euro e dalla BCE e la Bank of Japan invece potesse “stampare” Yen non faceva molta differenza per Zingales

(“… Il Giappone può monetizzare il proprio debito. Ma nel momento in cui il mercato realizza che questo succederà, il costo del debito aumenterà per compensare creditori internazionali del rischio di inflazione/svalutazione. Me se la situazione è così tragica, perchè il mercato non penalizza i titoli giapponesi? La semplice risposta èche la speculazione al ribasso è timorosa. Come ho scritto molte volte, chi gioca al ribasso rischia molto: a fronte di guadagni limitati rischia perdite illimitate. Per questo i ribassisti si muovono solo quando vedono la possibilità di un guadagno immediato. Con una Banca del Giappone seriamente impegnata in massicci acquisti di titoli pubblici, il rischio di perdite per un ribassista è troppo elevato. Per questo aspettano. Il mercato è anestetizzato dalla Banca Centrale. Ma questa anestesia non è salutare, perchè ritarda il momento dell’aggiustamento. Più tardi il Giappone si sveglierà, più tragico sarà il risveglio. È un monito a tutti coloro che vorrebbero un Banca Centrale Europea altrettanto tollerante della Banca Centrale giapponese…. ” )

La Bank of Japan subito dopo aver letto l’articolo di Zingales ha iniziato a comprare tutto il debito pubblico giapponese stampando yen ad un ritmo triplo della FED e Bank of England. Compra titoli per 80 trilioni di yen all’anno quando lo stato giaponese ne emette per 50 trilioni, per cui finanzia l’intero deficit annuale e in più riduce anche l’ammontare di debito sul mercato. Continuando a questo ritmo nel 2017 il debito pubblico giapponese in mano al pubblico si sarà ridotto al 65% del PIL, meno della Germania…E come tutti sanno anche le altre banche centrali nel frattempo hanno fatto quello contro cui metteva in guardia Zingales, persino la BCE ora.

Sono passati quasi tre anni da quando Zingales dava tre anni di tempo al Giappone per seguire la Grecia e prediceva un default del Giappone.

Il post “Giappone come Grecia” appartiene ed è stato collocato per primo da monetazione.it e cobraf.com .

L’economista italiano oggi più quotato perché insegna a Chicago, aveva predetto che il Giappone avrebbe fatto la fine della Grecia nel 2015, FACENDO FINTA DI NON SAPERE (e se non lo sa … è grave) che un debito pubblico in euro non è la stessa cosa di un debito pubblico in moneta sovrana. In quest’ultimo caso, infatti, la tua banca centrale può far sparire dal mercato in un istante quel debito, e con conseguenze per lo più molto positive, tant’è che oggi solo un imbecille potrebbe confrontare il Giappone con la Grecia, anche con quella del 2012

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.