Gli Squali di Goldman Preparano la Tavola per il 2016

Tra gli scenari previsivi più attendibili, un’occhio di riguardo va sempre posato sugli analisti di Goldman Sachs. Questo, non tanto perché siano dei bravi analisti, quanto perché la Goldman è talmente un cagnaccio grosso e cattivo da condizionare il mercato stesso.

Purtroppo bisogna anche saper leggere tra le righe, in quanto gli analisti di GS vengono interpellati sempre con una certa frequenza nel corso dell’anno e sovente capita di imbattersi in previsioni contraddittorie.

E’ il caso del petrolio, a settembre dato da goldman sui 45 dollari per il 2016 e più di recente a 65. Una bella differenza per essere considerato un segnale cavalcabile. Per non parlarlare dei Bric, Brasile-India-Russia-Cina, il cui acronimo si deve proprio ad un analista Goldman e che ora vengono in pratica dichiarati morti con l’annuncio Shock secondo il quale la banca americana non intende più continuare gli investimenti verso quei paesi emergenti.

Insomma, solo loro sanno!

Nell’intervista odierna, però, l’advisor di GS David KOSTIN ci fornisce un suggerimento da prendere seriamente in considerazione per il semplice fatto che ha funzionato il 70 per cento delle volte negli ultimi 20 anni e negli ultimissimi anni molto di più. Secondo Kostin a sovraperformare nel 2016 saranno le società per azioni con alto dividendo e che praticano il buyback, cioè che hanno piani di riacquisto delle proprie azioni

kostin

Le motivazioni che fanno decidere per l’acquisto di azioni proprie sono molteplici, se ne possono indicare alcune: il ritiro , totale o parziale, di alcune categorie di azioni (di risparmio o privilegiate), la predisposizione di un portafoglio di azioni proprie da scambiare per realizzare alleanze o piani di stock options a favore di dipendenti, per influire sul prezzo di mercato ritenuto basso o per consentire ai soci di realizzare guadagni in conto capitale.

Siccome, per motivi che mi sfuggono, c’è chi va pazzo per leggersi le cose nella lingua originale, virgoletto l’intervista odierna di Kostin

“Historically speaking, it’s been a great strategy for the last 20 years. Seventy percent of the time in the last 20 years, the market has rewarded those companies that have returned cash — dividends and buybacks — as compared with those companies that are investing in [capital expenditures] or pursuing M&A,” Goldman’s chief U.S. equity strategist told CNBC’s “Squawk on the Street.”

With the market trading at roughly 17 times forward earnings, stocks are looking expensive, Kostin added. The likelihood that the Federal Reserve will gradually raise interest rates next year creates a challenging environment for equities, and it is likely the market’s price-to-earnings multiple will fall, he said.

At the outer end of the distribution, investors can find companies returning a 10 percent cash yield through dividends and buybacks, compared with a 5 percent cash return in the broader market.”

NB la prossima volta vedremo come individuare queste società nel mercato internazionale

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.