Terroristi Morti di Sfiga

Succede un po’ come nelle fiabe hollywoodiane. I cattivi muoiono sempre anche se potrebbero essere catturati, storditi, imprigionati. Manca solo che ci aggiungano un Principe sulla carrozza e la fars, ehm fiaba, sarebbe completa. Non resta che pensare a cose così, quando giungono notizie come quella del pilota russo ucciso mentre scende col paracadute, o ai terroristi che hanno colpito Parigi, o a quelli di Charlie Hebdo a inizio anno.

Ci avete mai fatto caso? Non ne sopravvive mai uno che sia uno, di questi cattivi. Muoiono tutti. Se qualcuno sopravvive, il cattivo, che di solito è un antiamericano, muore di lì a poco.

Gli esempi storici si sprecano, ma vale la pena segnarne qualcuno, giusto così, tanto per giocare al complottismo.

Lee Harvey Oswald – che solo per qualche povero mentecatto può essere stato l’unico esecutore dell’attentato a J.F. Kennedy – venne ucciso a pistolettate poche ore dopo l’arresto da un mafioso locale. Perchè mai tenere d’occhio l’uomo più ricercato del mondo? si saranno chiesti i distratti carcerieri di Oswald.

Milosevic, capo di stato in Serbia negli anni ’90, accusato dagli americani di essere un dittatore, venne catturato per crimini di guerra e trasportato in fretta e furia al tribunale dell’Aja e lì poi avvelenato; ancora oggi gli analisti parlano di autoavvelenamento. Si, avete letto bene; Slobodan Milosevic, guardato a vista h24, sarebbe morto per autoavvelenamento. Probabilmente l’unico caso nella storia dell’umanità di un suicida uomo che invece di impiccarsi, spararsi, gettarsi nel vuoto ecc. si avvelena! Robe che neanche Cleopatra…

E che dire, in epoca più recente, di Gheddafi? Seguito a vista da un drone americano dopo la sconfitta del suo esercito per opera della coalizione europea che era andata a bombardare la Libia senza motivo, Gheddafi viene ucciso dai ribelli del paese. C’è persino un video originale che gira su youtube dove si vede che viene preso dai ribelli e sodomizzato per burla. Ma che strano: perché non fare a questo sanguinario dittatore una bella Norimberga, a lui e a i figli? No, di quella famiglia sono spariti tutti ormai. Sarà la cacarella

All’elenco dei cattivoni che invece di essere catturati e interrogati, casualmente muoiono, il palmares di campione del mondo di morte per sfiga spetta senza dubbio ad Osama Bin Laden, uomo del quale esistono foto con i maggiori dirigenti e politici americani.

Bin Laden, accusato della strage alle torri gemelle di New York, è stato ammazzato in un blitz dai Navy Seals, corpo scelto americano in Pakistan.

Quante ma quante cose sul terrorismo avrebbe potuto dirci Bin Laden, eh? E invece niente, ma che sfiga! E’ stato ucciso da un militare americano preso dalla fretta: Bin Laden stava per mandarlo al tappeto a sputi e così il Navy Seals ha sparato.

Bè, direte voi, almeno c’è il corpo che dimostra la fine del più grande criminale della storia. E invece niet, nada, niente di niente. Bin Laden, siccome secerneva abbondante muco, è stato gettato in mare da una portaerei. Ehi, non ridete la in fondo, che abbiamo anche una foto…peccato, mannaggia che non si veda bene la faccia, tutta maciullata

Però una cosa su Bin Laden cadavere la sappiamo di sicuro grazie a quella foto: egli si tingeva la barba! Lo dimostra il fatto che nella foto ha la barba nera, mentre nelle immagini di dieci anni prima ce l’aveva già mezza bianca.

Ok ok, scusate, adesso rido anch’io.

Già vedo però una manina alzata là in fondo. Chiaro, chiarissimo. E’ vero, il processo a Saddam Hussein! Quasi dimenticavo, ed è vero, quello è stato processato e impiccato dagli sciiti, cioè dagli stessi che oggi gli americani ritengono nemici, in Siria, in Iraq ecc. ecc.

Probabilmente, questi nemici dell’Occidente tutti morti erano semplicemente perseguitati dalla sfiga, come diceva il poeta Roberto Freak Antoni: “la fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.