Putin, Guerra e Futures nei cannoni

Post breve, ma difficile, forse il più difficile dalla nascita di Micidial.it. Tutti vertono i riflettori sul crash di borsa, commentando con toni drammatici la discesa dei corsi legata al sistema bancario. Tutti sono preoccupati che l’indice di Milano subisca batoste per molte sedute ancora e che nella prima metà del 2016 (almeno) per la borsa sarà un anno nero. Francamente, anch’io non credo ad un 2016 positivo per i mercati, anche perché Renzi come al suo solito e dove conta – in Europa – ha spuntato solo briciole. Peraltro, come ben sanno gli speculatori, chi sa fare “le cose di Borsa” per i suoi investimenti può sempre orientarsi con gli short profittando del trend e della volatilità.

FTSEMIB40Daily

Il punto è che divergo sull’analisi di questa nuova ondata di crisi.
I segnali di una disgregazione atlantica sono evidenti, e sono tanti. Di queste ore l’attacco alla figura di Putin con toni e argomentazioni a dir poco ridicole:
1. Putin sarebbe un assassino, mandante dell’omicidio di Litvinenko.
2. Putin sarebbe un politico corrotto, per gli Usa, perché avrebbe imboscato 40 miliardi di dollari.
Sentite, per carità del signore, i toni usati in queste ore dai media occidentali:
“notare come Putin indossi orologi di gran lusso e perfino tute sportive molto costose. Il suo stipendio è di poco superiore ai centomila dollari l’anno. Va però detto che oramai da più di 16 anni Vladimir Vladimirovich vive, a causa dei suoi ruoli ufficiali (primo ministro – presidente – primo ministro – presidente), in più di 20 residenze ufficiali ed è spesato di tutto. Ha palazzi di rappresentanza in montagna e al mare; a Sochi e sul golfo di Finlandia a San Pietroburgo. Dispone di elicotteri, di 43 aerei (Ilyushin, Airbus, Falcon) e di 4 yacht”
Insomma, chiunque possieda almeno un neurone sa benissimo che l’ultimo dei ricconi americani possiede il triplo di Putin e che questa polemica ha del ridicolo (posto che sia vero che possiede orpelli di lusso, tra l’altro, visto che in patria è stato molto criticato semmai per il suo abbigliamento austero).
3. Come se questa ridicola campagna orchestrata dalla alla bbc non bastasse, ora ci si mette anche l’accusa di aver montato il caso del virus Zika, che sta invece e realmente assediando il sudamerica e minaccia ora il vecchio continente con la sua virulenza.
Se mettiamo assieme questi attacchi mediatici con la decisione americana di occupare la Siria via terra, direi che la caduta delle borse di questi giorni potrebbe essere solo un assaggio di quello che succederà.
Gennaro Porcelli, nel suo sito deshgold.com ci va giù piuttosto pesante

Venti di Terza Guerra Mondiale ed ORO chiamato ad un rialzo Venerdì 29 Gennaio 2016

Questi sono gli eventi  accaduti in quelle fasi storiche in cui i debiti dell’America sono esplosi e non sono stati sostenuti da altrettante entrate economiche.
1) Guerre Napoleoniche in Europa e Guerra del 1812 in America
2) Guerra civile
3) Grande Depressione e Seconda Guerra Mondiale
Insomma, non siamo gli unici a sentire (e da tempo) una forte puzza di bruciato, ma questa volta non si tratta di mercati drogati, di QE inefficaci, di Bce sottomessa, di monopolio monetario o cose di questo tipo.
Stavolta si parla di guerra.
PS: Per nostra fortuna, e come già capitato altre volte in passato (Baia dei Porci), esistono anche i bluff.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.