Trivelle di Debito Pubblico vi Perforeranno bene bene

Dopo la vittoria del premier democristiano Matteo Renzi al referendum del 19 aprile, può essere utile ragionare a mente fredda sui risultati in termini economici della politica italiana degli ultimi lustri, con particolare riferimento alla triade europeista di Monti-Letta-Renzi. Iniziamo con questa bella infografica settimanale dove poniamo l’attenzione sul debito pubblico. Com’è noto, a micidial.it vi è la convinzione che il debito pubblico sia una farsa contabile e che deliberatamente i poteri forti lo abbiano saputo trasformare in un problema a partire dal 1981, anno della separazione tra il Ministero del tesoro e la Banca d’Italia. Da allora, in effetti, il debito pubblico è aumentato, è dipeso da dinamiche privatistiche ed è diventato uno strumento di ricatto dei finanzieri e dei grandi industriali internazionalisti contro il popolo italiano. Nella mappa si vede come l’Italia possieda il terzo debito al mondo dopo il Giappone (132% in rapporto al Pil). Se consideriamo che la superficie della penisola è ridicola rispetto a nazioni come la Russia, ad esempio, che è un continente con 9 fusi orari, ci rendiamo conto della morsa che sono riusciti a stringerci attorno pur non essendo minimamente migliorato il nostro tenore di vita. Dovrebbe essere normale no? Se mi indebito allora posso “comprare più cose”, “posso avere più servizi”.  Possiamo tranquillamente affermare che il potere d’acquisto ed i servizi siano decisamente peggiorati già dagli anni Novanta. E Renzi Matteo, il grande rappresentante dell’assenteismo democratico e degli italopiteci con le pezze al culo?

Da quando è diventato Presidente del Consiglio il Bomba, l’aumento del nostro debito pubblico è stato di 110 miliardi. Lo sappiamo che il debito si può cancellare con facilità, ma giova sempre scriverlo chiaro a tutti quelli che lo stanno sostenendo e che, come tali, non capiscono nulla di economia.

Ammirate qui sotto, in color ciclamino, il debito pubblico record raggiunto dall’Italia nel 2015 con il vostro amato Renzi.

debito-pubblico-luglio-2015

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.