Goldman ha appena assunto Barroso

E così, mentre tutta l’Italia del tifo insulso si divide tra razzisti e antirazzisti, fascisti e antifascisti (secondo me, si va ai rigori ….), quelli che comandano il pianeta, cioè la banca d’affari Goldman Sachs, assume l’ex Commissario dell’unione Europea Josè Manuel Barroso con un incarico presidenziale. Siccome gli europei hanno la memoria più corta di Dory nel pesciolino Nemo, ricordiamo solo che Barroso è uno dei maggiori responsabili della rovina del Continente e che è grazie a criminali come questo se in Ue si sono persi 3,5 milioni di posti di lavoro in meno di otto anni.

Mentre l’ansa ed il resto della CARTA STRACCIA mediatica italiana si concentra sul doping (?!), sul caso di Fermo e sulla interessantissima questione della tregua tra Renzi e Nuovo Centrodestra, solo noi vi diamo conto di quello che è successo in queste ore, grazie a 4 righe risicate dal periodico Nord, ma soprattutto dal Financial Times, che invece giustamente sbatte la notizia col risalto che merita.

Il presidente della ”fermezza” dell’austerity, della serietà dei bilanci statali, va a lavorare nella più grande banca mondiale dedita a spericolate e violente speculazioni finanziarie capaci di far tracollare perfino degli Stati. La banca degli squali di Goldman Sachs ha assunto l’ex presidente della Commissione europea Jose’ Manuel Barroso come ”consulente” per la Brexit.  Il politico portoghese – continua il Financial Times – sara’ presidente non esecutivo di Goldam Sachs International, la sussidiaria piu’ grande, con sede a Londra. Il suo compito sara’ quello di contribuire a ”mitigare gli effetti negativi” della decisione del Regno Unito di uscire dall’Unione Europea. Dalla sua parte ha un’approfondita conoscenza dell’Ue: ha guidato la Commissione per dieci anni, dal 2004 al 2014, rendendosi responsabile, tra le altre cose, della devastazione economica, sociale e finanziaria della Grecia.

Esperienza di macellaio che evidentemente gli ha fatto acquisire molti meriti agli occhi dei vertici di Goldman che lo hanno assunto. Barroso in Portogallo, sua patria d’origine, è stato respinto dall’elettorato.

Oggi al governo c’è una coalizione caratterizzata da un forte sentimento anti-Ue, ma siamo convinti che di questo a lui non freghi più di tanto. Chiamateci pure complottisti, se volete, ma non in faccia perché rischiate di prenderne un sacco.

1 Commento

  1. Non solo in Italia non importa a nessuno della massa del popolo che soffre x i loro intrighi economici, ma dalla entrata in Europa abbiamo capito che è così ovunque. E noto che più ci sono uomini che usano terapie economiche rigide, più sono apprezzate dalle alte autorità dei paesi e soprattutto dai vertici delle banche e dai loro associati. Trovo che stavamo così bene da soli, ma a qualcuno dava fastidio ed ora ritornare indietro è difficile.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*