Gli Americani? Più Poveri di noi (ho la statistica)

“Il tenore di vita degli americani non è negoziabile”. Attorno a questa famosa frase di Ronald Reagan –  guarda caso riproposta dai Bush e oggi da Obama – ruota  l’orientamento politico mondiale del nuovo millennio.
E’ una frase tipica dei neo-con (ma usata sia dal pd che dai repubblicani) e che devi farci riflettere. Io, ad esempio, ho sempre pensato che gli americani vivessero nel superfluo e nel totale disinteresse per la razionale distribuzione delle risorse e quanto, in fondo, essi fossero degli ingenui, perché 6 miliardi e 700 milioni di persone non staranno ad aspettare i porci comodi di 300 milioni di paffuti yankee. Poi, però, ti imbatti in infografiche statistiche come quella che apre il nostro post e scopri che il sessanta per cento (no, dico… il 60%) degli americani non possiede nemmeno 1000 dollari in conto corrente o deposito di risparmio.
Checchè se ne dica, lo status di occidentali ricchi e privilegiati affibbiato agli americani è legato al consumo, ai centri commerciali, alle spese militari, alle carte di credito, agli “usi &costumi”, ma non alla reale ricchezza dell’uomo medio americano che, per poter continuare a comprare inutili cazzate deve lavorare dalla mattina alla sera in modo precario pagandosi ogni servizio, compresi quelli essenziali che in Europa sono (parzialmente) gratuiti, come scuola e sanità. Per la serie: perché vai a lavorare Mr Smith? “Per comprarmi la macchina”. E a che ti serve? “Per andare a lavorare”.

Gli States verranno giù. Non è per antipatia, ve lo giuro. Ho visto tutte le puntate di Furia e di Happy Days e la mia vita è completamente cambiata da quando ho letto la biografia di Michael Jordan! Ma verranno giù. Garantito al limone.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.