Flash mercati. Occhio che tra un po’ arriva la bomba

Perché non sto scrivendo tanto di Borsa? No, non perchè la geopolitica e la filosofia siano più importanti (anche se lo sono, in effetti…), ma perché i mercati internazionali stanno lateralizzando da settimane e comprimendo la loro volatilità. Ciò significa che non c’è alcuna direzione del mercato, non va nè su né giù. In queste situazioni il trader che utilizza grafici settimanali o daily con l’idea di uscire dal trade entro qualche giorno o qualche settimana o qualche mese, ma comunque non troppo  a lungo, né intraday,  DEVE STARSENE FUORI AD OGNI COSTO.

In assenza di direzione dei prezzi, per mia esperienza, si rischia solo di venir spazzati via. Lo so che ci sono decine di tecniche swing, cioè quelle che dicono di comprare o vendere quando i prezzi oscillano attorno alla loro media, ma io non credo che “gli affari” si facciano con questa tecnica. Per me i soldi si fanno quando i prezzi prendono il treno ultraveloce, una FRECCIA, e poco importa che sia verso l’alto o vero il basso.

Osservando l’indice che guida tutti gli altri (a mio avviso), e cioè l’SP500 (ma anche il dax in fondo), cosa vediamo? Vediamo che la volatilità si sta comprimendo  e funziona proprio come quando schiacciamo una molla sul tavolo: al suo rilascio schizza fortemente in una direzione. Ecco, chi scrive sta aspettando questo, che i prezzi escano in modo veloce e forte da questa compressione che ci sta tenendo laterali da settimane.

Eh già, ma schizzerà in su o in giù?

L’importante è che schizzi! direbbero i pornoattori. La volatilità compressa è un dato oggettivo. L’assenza di direzione è un dato oggettivo. Soggettiva è invece la direzione che i prezzi prenderanno, ma rendiamoci conto che anche qualora, una volta fotografata l’esposizione, sbagliassimo la direzione del prezzo, il rapporto rischio rendimento con lo stop in perdita già ben calibrato non potrà che andare a nostro statistico vantaggio. Rischio poco in cambio di molto.

Se proprio volete sentirvi dire dove penso che andrà, io ci gioco un po’ e  dico che andrà  giù, per il semplice fatto che

il costo delle Put, cioè opzioni AL RIBASSO è salito al doppio di quello delle Call, cioè delle opzioni al rialzo.
E’ al suo record

Come se ciò non bastasse, le trimestrali americane fanno schifo…

Se così non fosse pazienza: chi non risica non rosica.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.