I 5 Asset dove NON mettere i propri Risparmi

Questo articolo è stato postato su micidial esattamente un anno fa. Siccome in questi giorni le più importanti emittenti televisive (Report) e i giornali nazionali (Repubblica e la Stampa) denunciano le truffe sui diamanti (ma ancora non parlano di bitcoin…) lo riposto AGGIORNATO, sperando con ciò di salvare il portafoglio almeno dei miei lettori (lettori che se mi leggono con attenzione di certo non hanno fatto la fesseria di investire in diamanti).

Si, il titolo è corretto. Mentre tutti i consulenti si sbracciano per dirvi a chi affidare i propri risparmi e su quali asset puntare, noi di micidial.it vi diciamo invece dove NON METTERLI. E’ evidente che la palla di vetro per consultare il futuro non la possiede nessuno, ma un buon parametro per proteggere i soldi è quello di guardare a chi sforna i consigli. Da questo punto di vista, i consulenti indipendenti e gli analisti finanziari presenti online sono di gran lunga migliori delle banche perchè la loro credibilità verrebbe compromessa immediatamente in caso di cattivi consigli. Inoltre, è cosa ormai nota che le banche hanno bisogno di liquidità, che hanno perso la loro naturale vocazione al credito e che si sono specializzate nella gestione del denaro altrui, non nell’erogazione di prestiti. Detto diversamente: le banche vogliono che gli portiate i soldi da gestire e per farlo, consigliano cose sempre più esotiche. Veniamo dunque alla nostra personale lista di investimenti da evitare, con un piccolo consiglio finale sull’investimento sano.

  • NO DIAMANTI. Le banche più importanti stanno sempre più spesso consigliando di comprare diamanti, che sono “per sempre”, come dice il vecchio adagio. Sconsigliamo vivamente questo tipo di investimento, che giudichiamo a dir poco opaco: i tagli sono roba sulla quale è difficile mettersi d’accordo: ho sentito pareri diversi da stimati esperti del settore. Quando si tratta di rivendere non è facile trovare un acquirente, la custodia ha costi e assicurazioni alti. Insomma, “per sempre” potrebbe essere la fregatura
  • NO INVESTIMENTI ESOTICI. i paesi emergenti cavalcano il mercato? mah! per la verità l’instabilità internazionale non consente di improvvisare. O si conosce bene il mercato della Nigeria o dell’india, oppure meglio lasciar perdere. Sono mercati ancora nuovi, con una finanza per nulla strutturata. Potrebbe succedere qualsiasi cosa. Magari il pil fa + 7, ma la vostra banca tramite brochure ha preso un prodotto che fa -7… se non conoscete nessuno che lavora in quel mercato, un insider, statene completamente fuori (trader graficisti a parte, ovviamente). Ho analzzato personalmente brochire bancarie che consigliano rembimbi – moneta cinese – da brividi. Le banche guadagnano solo sulle commissioni e i servizi resi orami. Dovreste averlo capito una volta per tutte.
  • NO POLIZZE VITA. Con le polizze, i soldi sono bloccati per lunghi periodi di tempo. Ma secondo voi, con la minaccia di un conflitto tra Russia e Usa, con le probabilità di una Italexit o con quella di una caduta dell’euro, davvero davvero ci si può vincolare per più di qualche mese?
  • NO CONTI DEPOSITO VINCOLATI. I rendimenti dei depositi vincolati a 1 o più anni, rendono lo ZERO VIRGOLA RENATO…. in più rispetto a quelli non vincolati. Ad esempio, un conto deposito non vincolato può darti l’1,5 per cento di interesse annuo, mentre uno vincolato può darti il 2 per cento massimo… e lordo! Ma siamo impazziti? Si rischia solo per fare bei colpi, non raccattare le briciole dal tavolo. Poi, ovvio, se i lettori di micidial vantano conti per 10 milioni di euro ben farebbero a dedicarne la metà a conti vincolati. Comunque vada, il loro tenore di vita non cambierà. Ma in caso contrario i rischi non valgono la candela.
  • NO BITCOIN (new entry) Le criptovalute sono il futuro. Lo penso davvero. Ma bitcoin non è più una criptovaluta da diverso tempo. Nessuno usa bitcoin per comprare beni e servizi, ma viene usato per speculare e basta. Se qualcuno di voi possiede bitcoin che fa? Aspetta che salgano per monetizzare. Poi li ricompra quando stornano. Nessuno usa i bitocoin come un investitore cassettista. I bitcoin si posso usare per fare trading non per tenerli a dormire in portafoglio anni.

In queste fasi storiche deflattive, parlando di asset da detenere in portafoglio, la nostra idea è che la liquidità sia benvenuta. Il Settanta per cento del portafoglio dovrebbe essere liquido, con particolare rilevanza per i buoni fruttiferi postali ed i conti deposito non vincolati di grossi gruppi bancari al di sotto dei centomila euro per godere della protezione legale. Il resto, invece, potrebbe essere diviso tra i 5 asset classici:

obbligazioni internazionali;

materie prime;

immobili;

azioni;

oro.

Escludendo l’oro, che a mio avviso va accumulato con la formula del Piano di accumulo e solo nella sua forma monetata (le sterline inglesi), tutti gli altri asset, immobiliare compreso, possono essere acquistati con etf che replicano fedelmente il paniere internazionale.

LEGGI GRATIS - CLICCA SULLA COPERTINA QUI SOPRA

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.