La Fine dell’Europa. Prove generali in India

I timori per la caduta dell’Europa si fanno sempre più forti dopo la vittoria di Trump. Senza dubbio alcuno la fine della cricca europea è auspicabile, visto che le strutture sovranazionali sono da sempre usate come una clava per colpire le democrazie e sostenere gli oligarchi. Il sistema euro, poi, ha prodotto danni così voluminosi da essere sotto gli occhi di tutti. Tuttavia, per capire cosa potrebbe succedere al singolo risparmiatore non abbiamo altro strumento che l’analisi storica. La fine dell’Eurozona, infatti, ha dei precedenti storici e in assenza di una uscita controllata (sempre auspicabile) bisogna tenere conto dell’ipotesi peggiore. Sotto il profilo dell’efficacia e della strategia, infatti, prendere in considerazione solo l’ipotesi migliore sarebbe un’assoluta idiozia.

Tre sono i precedenti negativi di breve periodo che possono tornarci utili sulla crisi posteuro: Argentina, Grecia e India. Oggi vedremo il caso India, visto che riguarda le cronache attuali.

In India, Paese che conta un miliardo e duecento milioni di abitanti, in questo novembre stanno succedendo cose incredibili, ovviamente nel silenzio assoluto dei nostri media. Il governo ha appena preso una decisione drammatica con la truffaldina scusa di eliminare la corruzione. Il premier Modi ha di fatto eliminato il CONTANTE. In un Paese ove manca la diffusione tecnologica, le transizioni avvenivano nell’80 per cento in cartamoneta. In un discorso trasmesso a reti unificate, il governo  ha annunciato che dalla mezzanotte dello stesso giorno dell’annuncio i biglietti che da noi corrispondono al cambio a 8 euro (circa) e 14 euro (circa), non avrebbero più avuto valore legale. Per fare un paragone, è come se da noi in Italia stasera Renzi annunciasse che domani mattina tutte le banche sono chiuse per legge e che non sono più da considerarsi valide le banconote da 10 e da 20 euro. I cittadini indiani stanno facendo file infinite e logoranti agli sportelli per cambiare le banconote di quel taglio in loro possesso.

Una bomba, insomma, che ha lasciato di stucco persino le banche.  Tanto perché si capsica bene quando sta accadendo, si registrano già 33 morti ed il caos totale. Anche se c’è un periodo utile per il cambio, le banche non reggono l’impatto dl cambio e nessun negozio praticamente accetta più le banconote, anzi, sono proprio i commercianti quelli maggiormente impegnati nelle code.

Per quale motivo la notizia non viene diffusa? I motivi sono due. Da un lato, si vuole evitare l’effetto panico nel resto del mondo; dall’altro i gruppi dirigenti stanno alla finestra per tarare la cosa su di noi occidentali qualora si dovesse provvedere a qualcosa di simile, come nel caso di un crollo dell’euro o di una uscita dallo stesso.

Se volete informazioni più dettagliate, naturalmente in inglese, potete guardare sul sito TheQuint, perché i nostri giornalisti hanno citato la notizia solo su giornali tecnici come il Sole24Ore e senza porvi alcuna enfasi.

Come prepararsi ad un evento del genere? Una demonetizzazione improvvisa prima del crollo dell’eurozona potrebbe servire ai decisori politici e delle banche centrali per impedire che gli italiani facciano incetta di contanti, come avvenuto in Grecia nell’estate del 2015 quando ancora si pensava che Tsipras fosse un uomo e non un’ameba. Purtroppo, in questi casi, occorre ragionare sul breve periodo, provvedendo a procurarsi per le spese correnti e per tutela dal bail-in delle banconote di piccolissimo taglio (i 5 euro?) e della moneta, ma non si dovrebbero escludere nemmeno i beni di prima necessita immagazzinati col sistema suggerito dai prepper. Molte persone, infatti, come sta avvenendo in India, non sarebbero in grado di reggere quotidiane code di ore alle banche o in posta. Mentre molti ingenui pensano che questa decisione serva a combattere la corruzione, il governo ha persino reso gratuiti i servizi statali, consapevoli di aver, di fatto, eliminato il contante. Il controllo della finanza, in India, potrebbe diventare così forte e invasivo da far apparire 1984 di Orwell come l’Atene di Pericle.

Parafrasando Steve Jobs: state pronti, sono Folli!

1 Commento

  1. Questo dice anche un’altra cosa, che la massoneria filo bancaria, di cui anche l’India ne fa parte, stanno operando per quello che si può tranquillamente dire… schiavizzazione del popolo.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.