Criminalità: le città americane sono seconde solo al Terzo Mondo

Come siamo messi a sicurezza? La putrida Europa, con la sua obsoleta socialdemocrazia e il suo welfare anacronistico, come se la cava in termini di criminalità e di sicurezza ai cittadini? E la tirannica Russia, con i suoi retaggi comunisti e i miliardi di ubriaconi che la popolano secondo la letteratura mainstream? I dati ci raccontano che alla cara vecchia Eurasia (termine usato per indicare l’Europa più la Russia fino ai Monti Urali, secondo la geografia) non va affatto malaccio se paragonata con le americhe (sia quella del Nord che del Sud), del medioriente africano e dell’Asia in senso stretto. Insomma, meglio vivere a Parigi, con le sue banlieux che a Chicago, coi suoi sfavillanti grattacieli e frenetiche cavallette del business in valigetta 24 ore.

Diamo un’occhiata alla classifica del Crime Index aggiornata al 2017 visto che il 2018 ancora non è finito.

Come si noterà scorrendo la tabella, Detroit e Oakland sono le prime città statunitensi e ricoprono rispettivamente la quindicesima e la sedicesima posizione, mentre per trovare una città italiana occorre aspettare la cinquantasettesima posizione, con Napoli. E questo dopo esserci imbattuti in numerose altre città americane come Baltimora, Saint Louis, New Orelans e Aubuquerque, solo per citarne alcune. Insomma, a quanto pare in quanto a criminalità il Vecchio Continente e l’italietta della mafia se la cavano molto meglio di tanti blasonate città dell’area Ocse. Poco dopo Napoli, inoltre, troviamo la svedese Malmo… Cosa dimostra tutto questo? Che il welfare state funziona! Che la criminalità prolifera dove vige il degrado e l’assenza delle istituzioni. Che ci crediate o no, Napoli è più sicura di Chicago.

E i russi, di “Educazione Siberiana”? I criminali senza pietà tatuati con le icone della religione ortodossa?

Dispiace per il bravo e simpatico scrittore italorusso Nicolai Lilin, ma prima di incontrare una città russa nell’indice internazionale della criminalità occorre attendere il centodiciottesimo posto, con la città di Ekaterinburg. Che delusione è? Questi oligarchi, questi comunisti sarebbero meno criminali dei paciosi boscaioli canadesi.

Prima di lasciarvi alla tabella completa aggiungerrei anche un sonoro “tiè”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.