La Popolazione Europea nel 2035

Ogni volta che metto un’infografica mia moglie dice che è perchè non so cosa scrivere. Per la verità il guaio di queste ore è esattamente l’opposto, e cioè che le questioni sono talmente rilevanti e numerose – investimento in oro, blockchain, la nuova tattica russa nel Donbass – che c’è solo l’imbarazzo della scelta. Tuttavia, per offrire informazione di qualità e originale occorre intrecciare tutte le fonti, e ancora non è il momento: meglio dunque evitare di copiaincollare le banalità (e le falsità) del Corriere e di Repubblica. Eppoi, l’infografica qui sotto è spettacolare, e merita una spiegazione

Come si vede, e come abbiamo più volte denunciato, il guaio dell’Europa è che con la sua politica di depressione salariale e attraverso un utilizzo improprio dei diritti civili (grimaldello per scardinare l’istituzione famigliare) il risultato è lo spopolamento. Le aree arancioni (paesi slavi e Turchia) vedranno una consistente diminuzione delle nascite entro il 2035 secondo i dati delle Nazioni Unite. In Italia si avrà stagnazione o calo, con punte del 4 per cento di nascite in meno. Drammaticamente in aumento, invece, il numero degli anziani in Paesi come la Germania, la Bosnia, la Turchia e la Spagna.

Come direbbe Nanni Moretti “continuiamo così… continuiamo a farci del male …”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.