Applicazioni Blockchain? Cominciamo con i Contratti Intelligenti

Abbiamo già dedicato un paio di puntate alla rivoluzione Blockchain. Molti però continauano a chiedere delucidazioni. Da oggi allora proporremo una serie di sintesi sulle molteplici applicazioni possibili (e già operative) di questa nuova tecnologia. Cominicamo con Ethereum, la piattaforma web 3.0 con la quale è già ora possibile stipulare contratti intelligenti che in futuro sostituiranno le autorità centrali organizzate, come le assicurazioni e i notai. Sfruttimao la scheda di mercati24.com per sintetizzare Ethereum e i suoi misteri ai lettori di micidial.

Con Ethereum si possono creare i cosiddetti contratti “smart”, che possono virtualmente essere qualsiasi cosa, e che per girare sulla piattaforma p2p, “pagano” l’utilizzo tramite l’unità di valuta, chiamata Ether, che è quindi una criptovaluta, il “carburante” della piattaforma. Ethereum però non è solo una piattaforma per lo scambio monetario poichè possono anche girare i contratti basati su Ethereum. Questi contratti, possono essere utilizzati per eseguire molte operazioni. Segnaliamo le più interessanti:

– Sistemi elettorali – (non ci sarà più bisogno dell’ufficio elettorale del Comune)
– Mercati finanziari – (non ci sarà più bisogno della Borsa Valori)
– Crowdfunding – (il tutto potrà avvenire senza atti notarili, commercialisti ecc. ecc.)
– Proprietà intellettuale – (non ci sarà più bisogno di costosi uffici brevetti, nè itlaiani nè internaazionali)

“La prima versione live della piattaforma è relativamente nuova, in quanto è arrivata il 30 Luglio 2015. Ethereum fa parte di diritto del gruppo di piattaforme Bitcoin di nuova generazione. Il tutto è creato con solidity, il linguaggio di programmazione di Ethereum.

Con Ethereum chiunque può quindi iniziare a costruire quello che ha sempre sognato di fare. Ethereum potrebbe anche fungere per il proprio business, che potrebbe essere potenziato, operando su una rete decentralizzata, e crittograficamente sicura, completamente inespugnabile.

Sono già molti i programmatori che stanno sviluppando nel mondo delle applicazione completamente decentralizzate, sfruttando al massimo i vantaggi di Ethereum.

Ether è un elemento necessario – un combustibile – per il funzionamento della piattaforma applicativa distribuita, Ethereum. Si tratta di una forma di pagamento da parte dei clienti della piattaforma per le macchine che eseguono le operazioni richieste. Per dirla in altro modo, Ether è un incentivo in modo che gli sviluppatori scrivano applicazioni di qualità (il codice fatto male costa di più), mantenendo quindi la rete sana (le persone sono ricompensate per il loro contributo di risorse).

Ethereum e Bitcoin

Ethereum è quindi una piattaforma che prende spunto da Bitcoin, ma che la “mixa” con tutta una nuova serie di servizi che sono basati sulla piattaforma “Blockchain”.

Vitalik Buterin è un ragazzino, e ha già inventato una realtà come Ethereum.

Vitalik Buterin è un ragazzino, ma è anche un predestinato. Perché ha già inventato una realtà come Ethereum.

I vantaggi rispetto al Bitcoin, è che lo sviluppo è molto più lineare, portato avanti dal creatore Vitalik Buterin, che porta molta versatilità, grazie ai contratti intelligenti che sono creati con un linguaggio di programmazione Turing-completo.

Il dibattito sul blocksize di Bitcoin, sta infatti in questi mesi permettendo ad Ethereum di prendersi sempre più sostenitori.

“Il grande computer mondiale” Ethereum potrebbe essere una grande opportunità per il futuro, e non solo per le transazioni di valore, ma anche per veri e propri progetti. E il bello è che Ethereum è già qui, pronto per essere scaricato e utilizzato.”

Dite la verità: PAURA EH?

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.