Il Gratis Che Uccide

Come molti lettori sapranno, nel 2015 il più seguito blogger italiano, al secolo Uriel Fanelli, chiudeva il suo blog KeinPfush. E' un blogger che ha molto influenzato il mio modo di scrivere (sul web...), anche se Fanelli è uno di quei classici tipi che si stimano, ma non si amano. Come si fa ad amare uno che odia la filosofia e poi la usa sfacciatamente per scrivere il 99, 99 periodico per cento degli articoli? Come si fa ada amare uno che sostiene l'euro, pur avendone capito la struttura truffaldina, solo perchè vive Germania? No, decisamente Fanelli è un bravo senz'anima, capace di attrarre l'attenzione più di Belen, ma spesso in totale contraddizione. Eppure ci sono pezzi che non si possono dimenticare. Siccome molti accaniti lettori di controinformazione sono nuovi sul web e non conoscono il Fanelli, propongo oggi uno dei miei pezzi preferiti.

IL GRATIS CHE UCCIDE

di Uriel Fanelli

(tratto da keinpfusch.net e da nientestronzate.wordpresso.com pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License dal suo autore primigenio (Uriel Fanelli).)

Forse molti di voi si sono accorti di un atteggiamento allarmato da parte mia. Non tanto per PRISM, quanto per tutte le sue implicazioni. Ho motivo per allarmarmi? Essenzialmente si. Si tratta di dialoghi estemporanei che ho con persone che non sono -grandissimi- manager, ma sono pur sempre dei product owners, gente che manda avanti singoli “prodotti”. Per intenderci, “google maps” e’ un “prodotto” e dentro Google ha un “product owner” , un manager che lo gestisce.

Nella mia posizione , parlo coi product owners di applicativi che usano il nostro plesso per comunicare, circa 370. Cosi’, quando ci scappa la cena per il lancio di un prodotto , o di una nuova versione, mi capita di avere dei dialoghi interessanti. E allarmanti.

La settimana scorsa, per dire, parlavo con il product owner di un prodotto che verra’ lanciato , che e’ un sistema di billing. Si, usare il cellulare come carta di credito e bancomat. E’ un progettone grande, con due dozzine di vendor coinvolti, e ancora piu’ tenants che vogliono aprire canali di vendita. Hanno circa 60 , solo tecnici, per l’integrazione, piu’ tutta la parte di progetto, sviluppo, project management. Un progettone da 200 FTE per due anni, nel mondo telco, si nota.

Si parlava, per via del mio lavoro, di forecast di traffico, ovvero di quanti utenti, quanto uso, eccetera. Mi serve per dimensionare il nostro sistema. Il dialogo e’ stato circa questo:

Uriel: Allora, avete dei forecast di traffico?
PO: si, sappiamo che , se lanciamo prima di Natale, avremo tot e tot di traffico.
Uriel: beh, e’ una bella partenza. Avete idea di come possa sviluppare dopo?
PO: non facciamo piu’ proiezioni, come una volta, per via degli Over The Top.
Uriel: cioe’?
PO: prendi per esempio il progetto , quello per cancellare i cellulari rubati o per localizzarli. Quelli che abbiamo fatto insieme a . Appena Google ha visto che noi ed altri facevamo soldi , hanno fatto la stessa cosa GRATIS. E arriva di default su OGNI android.GRATIS
Uriel: ma che senso ha per Google dare gratis qualcosa con cui si fanno soldi?
PO: ha il senso di sbatterci fuori dal mercato.
Uriel: ma sbattendo fuori dal mercato i concorrenti non fai cash flow. Non ti entrano soldi. Come finanziano questi progetti?
PO: quando google annuncia il suo prodotto, il “mercato” in borsa lo premia sempre con un fiume di soldi. Un fiume senza senso.
Uriel: e quando lo annunciate voi?
PO: non ci capiamo. A comprare le azioni di google con qualsiasi scusa buona, anche se annunciano una nuova receptionist bionda nella sede centrale, e’ la FED. Stampano soldi e li buttano cosi’. Noi abbiamo solo il normale mercato finanziario.
Uriel: ah. Ma cosi’ come fate coi nuovi prodotti?
PO: non ci saranno nuovi prodotti consumer dopo questo. Noi, e quasi tutte le telco, stiamo uscendo dal mondo del VAS consumer. Questo, per noi, e’ l’ultimo.
PO2: e non dimenticare che gli americani sono molto interessati a dati sulle transazioni finanziarie. Appena Google fara’ il suo prodotto uguale al nostro, il governo gli paghera’ uno, due miliardi di dollari all’anno per avere i dati. Potranno offrirlo GRATIS e SENZA alcun costo o commissione.

Adesso ce l’ho chiaro: compagnie come twitter, che hanno ricevuto prestiti da UN MILIARDO DI DOLLARI senza neanche avere un business model, (1) offrono gratis servizi che a chi sta su un mercato normale, ove le cose costano, costano.

Tante telco hanno provato ad introdurre servizi di microblogging, ma nessuna aveva dietro prestiti da UN MILIARDO DI DOLLARI, e quindi non poteva competere.

Andiamo a seconda discussione con PO, questa volta e’ una delle tante case automobilistiche che, come da direttiva UE, dovranno installare una microsim in OGNI auto , per chiamate di emergenza e crash reaction. Uriel, come al solito, ha bisogno di una previsione del traffico.

Uriel: allora, che forecast avrete? So che volete entrare nel mercato gia’ prima del 2015….
PO: vero. Copriremo subito tutti i nuovi modelli, e tra OTA per l’abilitazione e blablabla il nostro traffico sara’ tot. Con lo SLA tot. E availability tot.
Uriel: fischia. E come cresce fino al 2015?
PO: fino al duemilaquindici ci sara’ questo rampup, con un ovvio picco quando si trattera’ di installare le scatoline sulle auto, come obbligo.
Uriel: pero’ . Ok. Per curiosita’, avete delle simulazioni anche per dopo il 2015?
PO: non facciamo piu’ questo tipo di simulazioni, cosi’ a lungo termine. Non sappiamo nemmeno se ci saremo ancora.
Uriel: ok, so benissimo che nessuno prevede il mercato cosi’ a lungo. Mi chiedevo solo se aveste almeno a spanne un’idea.
PO: no, davvero. Non sappiamo davvero se ci saremo ancora.
Uriel: eh? Mi sembra un pochino difficile che qualcuno vi scalzi…
PO: per niente. Potrebbero dare le auto gratis.
Uriel: eh?
PO: hai presente quando compri una stampante? Paghi 20 euro una stampante, e poi loro si rifanno sulle cartucce. Sul materiale di consumo.
Uriel: ah. E vogliono farlo con le auto?
PO: si. Con quelle elettrica. La sta prendendo contatti con banche, per un finanziamento enorme. Produrra’ auto che daranno GRATIS, e si rifaranno sulla batteria e sulle altre parti di consumo , tipo i pneumatici, o altro.
Uriel: ma a parte la batteria….
PO: mica tanto. Il motore elettrico puo’ anche stare dentro la ruota stessa, e allora la ruota andra’ mandata in manutenzione: sai, gli urti, l’acqua, lo sfasamento: ogni tanto dovrai fargli manutenzione, se vuoi quattro ruote che girino all’unisono. Anche quelle saranno beni di consumo. Come la batteria.
Uriel: e perche’ non lo fate anche voi? Avete anche voi le auto elettriche.
PO: perche’ per dare un’auto gratis a tutti, e recuperare i costi in dieci anni, servirebbero 20-30 miliardi di euro: occorre prima farle, ‘ste auto. Poi col tempo si va a break even. Ma se ci presentiamo a chiedere 30 miliardi di euro a dieci anni, i mercati ci ridono in faccia.
Uriel: e a non ridono in faccia?
PO: no, perche’ loro si presentano a banche che fanno venture capital, che poi producono bond, che poi il governo (la FED) gli compra in contanti, stampando soldi.
Uriel: e non c’e’ modo di avere soldi qui in Europa, per qualcosa del genere?
PO: tra noi, e servirebbero 200 miliardi di euro per fare una cosa simile. Stiamo parlando di una cosa tipo “da domani si regalano auto”, capisci? Tutto il mercato cancellato. E poi occorre costruire la filiera e la distribuzione e l’item management delle parti.
Uriel: quindi non scherzavate?
PO: no, sul serio. Potremmo anche non esserci piu’. Non hai notato un certo calo nello sviluppo di nuovi modelli?

Ora, quando cominciano a farvi dei discorsi del genere, iniziate a chiedervi che diavolo stia succedendo. Perche’ se abbiamo ,2,4,6,8,10, sappiamo bene che poi seguiranno 12,14,16…. e sappiamo che divergeremo verso infinito.

Ma come diverge un trend simile? Semplice: diverge con la cancellazione di qualsiasi industria europea. QUALSIASI COSA facciate, sinche’ la fed stampa soldi, potranno darvela GRATIS.

Oh, non e’ un gratis davvero gratis. E’ come la stampante che vi costa 20 euro e poi ogni cartuccia ne costa 40.

Ma il punto e’ che questo modello “tutto gratis, e il ROI arrivera’”, nel caso di industria manufatturiera, ha costi iniziali MOSTRUOSI. Che solo una banca centrale che stampi dei soldi a iosa puo’ sostenere.

E’ ovvio che questa situazione non puo’ reggere a lungo. Prima o poi, qualche crollo eclatante svegliera’ i politici che ancora non hanno capito il problema, ed i governi, ed i popoli, che ancora non hanno realizzato che il GRATIS uccide.

Sarete felicissimi di avere il vostro cellulare gratis , e di avere anche l’abbonamento gratis. Meno felici sarete perche’ ad offrirvelo saranno Google e Facebook, che si rifinanzieranno vendendo i vostri dati ad NSA. E sarete ancora meno felici quando , siccome TUTTE le telco chiuderanno, rimarrete disoccupati. Sarete dei disoccupati col telefono gratis in tasca.

Sarete felicissimi quando avrete la vostra auto elettrica gratis. Sarete meno felici quando , compreso l’indotto, rimarranno a casa altri 6 milioni di lavoratori in Europa, piu’ i benzinai, piu’ le officine di ricambi. Ne avrete una sola. Americana. Quando l’auto si rompe lo segnala ad un sistema di “industrial internet ” , che produce il pezzo e ve lo manda. Nel tempo, ve lo manderanno prima che si rompa. (http://www.ge.com/stories/industrial-internet)

Ovviamente, oltre ai vostri soldi prenderanno anche quelli del governo USA, cui l’automobile comunichera’ la sua posizione, e l’identita’ dell’autista e delle persone a bordo. Qualche altro miliardo non fa male.

Se non si svegliano, e oggi solo DUE leader europei sembrano aver capito il gioco (Una e’ tedesca, l’altro e’ francese) , non solo l’ Italia, ma l’intera Europa perderanno l’intero manufatturiero, schiacciato dal “gratis” americano.

Gli americani useranno la FED come finanziatore per merci e servizi GRATIS. A questo si aggiungera’ lo spionaggio che regalera’ altri soldi, per avere i dati da servizi e prodotti. Questo implica, nel lungo termine, la scomparsa totale di OGNI azienda che non sia americana.

Gli americani inonderanno di servizi e prodotti GRATIS o sottocosto il mercato, al solo scopo di eliminare ogni industria e ogni grande azienda che non sia americana.

I primi a subire questa cosa sono i “Tier-1” telco. Ovviamente, l’attacco parte laddove l’abitudine al “gratis” e’ forte. Ma gia’ dei middle manager – con cui parlo- sono al corrente del pericolo nel mondo automotive. Qualcuno ha gia’ paura nel mondo della produzione di aerei civili: gli USA vogliono essere l’unico paese con un’aereonautica.

In tutti i settori ove gli USA vogliono restare leader, si stanno concentrando i soldi stampati dalla FED, sotto forma di finanziamenti che di fatto sono a fondo perduto, il cui scopo e’ di offrire prodotti e servizi GRATIS, al cui scopo ultimo c’e’ la cancellazione di ogni altra industria concorrente.

Per questo e’ necessario bloccare, con urgenza assoluta, l’accordo di libero scambio UE-USA. Se succedera’, diventeremo tutti dei barboni col cellulare in tasca, (gratis), che cercano disperatamente un lavoro girando su un’auto (gratis) , ma non sapremo ancora come mangiare oggi. Anzi, forse per un pochino – in modo da distruggere l’agricoltura europea – vi daranno il cibo gratis, come fa Dropbox, gratis sino a due GB. Allora vi daranno cibo gratis, diciamo sino una volta a settimana. Quel tanto che basta a sopravvivere.

Inizialmente le masse gioiranno di tutta questa roba gratis, gioiranno cosi’ tanto che non vedranno le fabbriche europee chiudere tutte, una ad una. Perche’ McDonald’s vi dara’ il cibo gratis, a patto che qualcuno sappia cosa mangiate e dove e quando. Quindi , magari, all’inizio non sentirete neanche la fame.

Poi quando voi scoprirete che mangiate merda – gratis – da McDonald’s , che guidate un’auto elettrica di merda – ma gratis – che vestite con vestiti riciclati – gratis – vi chiederete se per caso non potreste avere di piu’. Vedrete i ricchi del mondo che mangiano meglio, che guidano auto migliori, che vestono meglio, e allora, nella DIFFERENZA tra poveri che vivono di merda ma gratis, e ricchi che hanno tutto, capirete che non potete permettervi piu’ nulla se non la merda che il convento passa gratis. Allora cercherete un lavoro per guadagnare di piu’, e scoprirete che il gratis ha distrutto OGNI azienda.

C’e’ qualche settore al sicuro? No.

La moda? Facile. Immaginate di produrre un vestito riciclabile, e di darvene GRATIS 4-5 esemplari ogni anno, a patto che poi torniate con lo scontrino dalla stessa azienda a restituire il vecchio e prenderne uno nuovo, diciamo a 30 euro, l’anno dopo. Risultato: i vestiti “veri” li avranno solo i ricchi, il 5% della popolazione. Su quella scala, il progetto va a break even in 6-7 anni. Richiede certo un investimento iniziale ENORME, ma poi il prezzo del vestito e’ solo il costo di riciclaggio. Inoltre, qualcuno che ha un NSA ci mettera’ i suoi soldi per sapere di preciso come siete vestiti, cosicche’ ogni telecamera vi possa riconoscere meglio. E tutto il vostro settore “moda” collassa in pochi mesi.

Il cibo? Oh, Mc Donald’s della situazione vi dara’ da mangiare gratis, nel senso che vi dara’ il “refill infinito”: se comprate UNA VOLTA, poi avete refill infinito (come con la coca cola nei McDonald’s USA), con un “renew” di 40 dollari al trimestre. A patto che torniate nello stesso negozio con lo scontrino ed un documento. In qualche anno, questo cancella ogni altro catering o industria alimentare. Incidentalmente, NSA paghera’ per sapere dove mangiate, e quando, e qualche azienda di assicurazioni sanitarie paghera’ per sapere cosa e quanto mangiate.
Non c’e’ limite al gratis: vi possono dare l’ Hotel gratis a patto che ritornate, e cancellare ogni settore turistico. Vi possono dare qualsiasi cosa, a patto che qualcuno paghi immensi costi iniziali, e poi venda le informazioni a qualcun altro che e’ interessato.

Non illudetevi di essere al riparo, nessun settore lo e’. Il mondo IT lo sperimenta prima perche’ e’ iniziato cosi’. Ma arrivera’ ovunque. Tutto cio’ che fate, qualcun altro lo fara’ GRATIS.

Personalmente non credo si arrivera’ li’, perche’ vedo qualcuno ostinatamente determinato a bloccare il trattato di libero scambio, e almeno due politici che si opporranno a questo.

E credo che presto qualche telco europea fara’ un grosso botto, manifestando chiaramente il problema, che oggi attacca soprattutto il mondo IT, schiacciato dal “gratis” americano.
Quando succedera’, verranno prese “misure straordinarie” , e non riesco ad immaginare quali.

Mala tempora currunt.

Uriel

(1) CHIUNQUE si presenti in banca senza avere un business model, per quanto famoso, NON prende una lira. Quelle finanziarie hanno semplicemente preso quel credito di twitter, di classe junk, e lo hanno rivenduto alla FED, che ha stampato dollari per pagarlo. Il mercato non c’entra NIENTE.

3 Commenti

  1. Grazie per il reminder. Lo seguivo parecchio
    e davvero era molto avanti, sempre attuale.
    Sai se scrive ancora e dove ? Pare sparito
    dal web in tutte le sue forme. Speriamo sia
    vivo e vegeto, certe verità non vanno mai
    lontano, almeno non oltre la massa critica.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*