Fedor, il Cyborg russo che spara con la Glock

Che la Guerra Fredda sia tornata in pieno lo scriviamo da PRIMA che nascesse il sito e da prima che Putin aiutasse Assad. Nella versione originaria di guerra fredda (quella vinta dagli americani) si puntò molto su “corsa agli armamenti” e “conquista dello spazio”. In questa seconda versione di Guerra Fredda, invece, i russi stanno mescolando abilmente le due cose. Non solo spionaggio, non solo sputnik e allunaggi, non solo il nucleare: questa volta i robot diventano protagonisti e i russi non prendono lezioni da nessuno.

L’agenzia russa Tass ha infatti divulgato alcuni video su Fedor, un cyborg di nuova generazione. Fin qui niente di strano, quasi tutti i paesi evoluti stanno infatti lavorando alla cibernetica e micidial ha già dedicato diversi approfondimenti sull’argomento. Tuttavia, i russi non hanno divulgato video che mostrano il Cyborg intento a ramazzare la cucina o a spalare la neve, ma a sparare con due Glock, cioè con la mitica pistola tedesca, famosa per la sua efficacia e maneggiabilità.

La piattaforma androide F.E.D.O.R. (acronimo di Final Experimental Demonstration Object Research), è stata sviluppata dalla Android Technics Research and Production Association, divisione per la ricerca finanziata dal MChS: il Ministero per le Emergenze (МЧС России). Fedor non si limita però a sparare con le pistole come un cowboy: riesce a chiudere una valvola termostatica ed a guidare una jeep.

Il vice ministro russo Dimitry Rogozin ha tenuto a precisare esplicitamente che non si tratta di una piattaforma offensiva, ma di un robot che i russi intendono usare nel loro programma spaziale. E’ tuttavia logico dedurre che i campi di applicazione di queste tecnlogie possono essere moteplici e lo stesso acronimo scelto, Fedor, evoca il più grande campione di lotta sambo del mondo, Fedor Emelianenko (qui sotto con il Presidente Putin).

Dotato di intelligenza artificiale, il robot interagisce secondo algoritmi pre-caricati, e potrebbe rivelarsi molto utile in svariate situazioni ostili che possono manifestarsi in casi di emergenza.

Nei video divulgati dimostra una precisione e una versatilità sbalorditive, soprattutto con le pistole automatiche visto che nell’esercizio a video il nostro uomo di latta (si fa per dire) riesce a centrare sempre il bersaglio.

Secondo fonti russe il robot è stato sviluppato per essere mandato nello spazio sulla Федерация (“Federazione”), la PTK NP (Nave da trasporto con pilota di nuova generazione) che l’agenzia spaziale russa Roscosmos conta di mandare in orbita nel 2021.

Ed ora… godetevi i video

1 Commento

  1. Spesso sorrido quando leggo intelligenza artificiale… è un termine che mi fa ridere! che in fondo gli algoritmi non sono altro che regole induttive umane formalizzate in linguaggio macchina

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.