Come fare i Miliardi con la Matematica

Siamo a sessanta miglia ad est di Wall Street, in una lingua di terra a forma di coda di balena che separa Long Island Sound e Coscience Bay. I palazzi qui, con i loro passi carrai e auto e skyline da milioni di dollari, fanno parte di un piccolo villaggio chiamato Old Field. Gli abitanti del posto hanno un altro nome per questi vicoli così danarosi: la Riviera del Rinascimento. Renaissence.

Questo perché i più ricchi residenti della zona, scienziati per lo più, lavorano per il fondo di copertura quantitativa (il cosiddetto trading QUANTITATIVO), denominato Renaissance Technologies, con sede nella vicina East Setauket. Essi sono i creatori e sorveglianti del Fondo macina-soldi più grande del mondo: Medallion. Medallion è aperto solo a circa 300 dipendenti della società Renaissence, circa 90 dei quali sono Ph.D.s.

Il fondo è leggendario ed è noto per la sua assoluta segretezza, ha prodotto circa 55 miliardi di dollari di profitto nel corso degli ultimi 28 anni, secondo i dati compilati da Bloomberg, il che lo rende per circa 10 miliardi in più, il fondo maggiormente redditizio rispetto ai fondi gestiti da miliardari Ray Dalio e George Soros. Cosa c'è di più ancora? Che simili profitti sono stati fatti in un tempo più breve e con meno attività in gestione. Il fondo quasi mai perde denaro. Il suo più grande flop in un periodo di cinque anni è stato solo di mezzo punto percentuale.

"Renaissance è la versione commerciale del Progetto Manhattan", spiega Andrew Lo, professore di finanza alla Sloan School of Management del MIT e presidente di AlphaSimplex, una società di ricerca Quantitativa. Andrew Lo lavora per Jim Simons, il 78enne matematico che ha fondato Renessance nel 1982, per riunire tanti scienziati a caccia di profitti economici. "Questi matematici sono l'apice dell'investimento Quant. Nessun altro vi è nemmeno lontanamente vicino."

Poche aziende sono oggetto di tanto fascino, rumors o speculazioni come questa diabolica società. Tutti hanno sentito parlare del Rinascimento – Renaissence, ma quasi nessuno sa ciò che accade all'interno. Ricordano i pitagorici, e cioè più una setta filosofica di matematici che topi da laboratorio. L'azienda gestisce inoltre tre fondi hedge, aperti a investitori esterni, che insieme coinvolgono circa 26 miliardi di dollari, anche se la loro performance è meno spettacolare di MEDALLION. A parte Simons, che si è ritirato nel 2009 per concentrarsi sulle cause filantropiche (devo ridere?), relativamente poco è stato rivelato a proposito di questo piccolo gruppo di scienziati, il cui vasto patrimonio è superiore al prodotto interno lordo di molti Paesi e influenza sempre di più la politica degli Stati Uniti (fino ad ora). I proprietari e i dirigenti del Renaissence rifiutano sempre di commentare se non tramite il portavoce della società, Jonathan Gasthalter. Quello che segue è il prodotto di una lunga ricerca e più di due dozzine di interviste con persone che li conoscono e hanno lavorato con loro.

“Rinascimento” è un sistema unico, anche tra gli hedge fund, per il genio e l’eccentricità della sua dirigenza. Peter Brown, uno dei bosss, di solito dorme su un letto nel suo ufficio. Il suo omologo, Robert Mercer, raramente parla ed è molto più probabile sentire i suoi fischi in riunione che la sua voce. I due sembrano una coppia di gemelli identici sotto il profilo curriculare: entrambi Ph.D. e teorici della famosa teoria delle “stringhe”, in finanza producono anche di più che in fisica.

Per gli stranieri, il mistero dei misteri è il modo in cui Medallion è riuscito a pompare fuori rendimenti annualizzati di quasi l'80 per cento in un anno, al lordo delle commissioni. "Anche dopo tutti questi anni sono riusciti a respingere qualsiasi tentativo di imitazione", dice Philippe Bonnefoy, un ex investitore di Medaillon che in seguito ha fondato Eleuthera Capital, con sede in Svizzera. I concorrenti hanno identificato alcuni motivi probabili per il successo del fondo, però. I computer di Renaissance sono alcuni tra i più potenti al mondo. I suoi dipendenti hanno più dati e meglio organizzati. Hanno trovato più segnali su cui basare le loro previsioni e hanno modelli migliori per l'allocazione del capitale. Essi prestano anche molta attenzione al costo dei vari trade e di come il trading si muova sui mercati.

Ma come la potenza di calcolo può diventare sempre più accessibile ed economica ed i concorrenti affinare le proprie competenze, se Medallion continuerà a sovrastare tutti, macinando progressi su progressi?

Gli investitori automatici (i Quantitativi) sembrano dei salvatori della patria per gli investitori delusi. Nel 2016 i clienti che hanno messo il grano in hedge fund di tipo quantitativo sono aumentati e per un 21 miliardi di dollari circa. Una società Quant degna di nota, Due Sigma, ha gestito solo 5 miliardi durante la crisi finanziaria e ha visto gli attivi balzare a 37 miliardi di dollari. Anche gli investitori di Borsa  "vecchio stile" come Paul Tudor Jones e Steve Cohen stanno aggiungendo i loro file informatici, nella speranza di incrementare i rendimenti.

Il successo di Renaissence, ovviamente, in ultima analisi, spetta alle persone che hanno costruito, migliorato, e che mantengono gli algoritmi di Medaillon, molti dei quali erano partiti dalla IBM nel lontano 1980, dove hanno usato l'analisi statistica per affrontare le sfide linguistiche più scoraggianti all’epoca pionieristica dei computer.

L'insegnamento da portare a casa da questa incredibile storia di matematici ipermiliardari è che "sapere è ancora potere", come diceva Francesco Bacone solo 500 anni fa.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*