Elon Musk in borsa fallirà come Enron e non a causa della Maria

Elon Musk è considerato un fottuto genio dai fanatici di tecnologia: è quello di Paypal, è quello dell’auto elettrica Tesla, è quello dei viaggi su Marte di SpaceX, è quello dei droni. Narra la leggenda che quando l’attore  Roberto Downey Jr doveva ispirarsi per recitare nel ruolo di Iron Man alias Tony Stark, si presentò da Elon Musk e lo seguì per giorni interi pensando a lui come al “vero” plurimiliardario ipertecnologico Tony Stark. Robe che Bruce Wayne di Batman gli fa na pippa insomma.

Elon vive in tutto un suo mondo, fatto di esperimenti rischiosissimi; per molti è praticamente pazzo. Come uomo, devo dire che mi piace un sacco: è un professionista dell’apprendimento che passa dalla tecnologia automobilistica ai razzi spaziali e ne sa parecchio di tutto. In queste ore è finito nella bufera mediatica perchè ha fumato una canna durante un’intervista con Joe Rogan; come un J-Ax qualsiasi si è dato alla Maria, insomma. Il video è subito diventato virale e sono sorti dubbi sulla sua salute mentale tant’è che il titolo Tesla è crollato in borsa del 10 per cento. Come detto, il miliardario sa strizzare l’occhio ai nerds, ma non gli basterà per salvare Tesla. E no, non per via del suo carattere eccentrico.

TESLA FALLIRA’

Lo schema è semplice. Una società che il pubblico, affascinato, loda per la sua innovazione e il suo futuro radioso. Eventi pubblicitari costanti che servono a mantenere viva l’illusione e ad aumentare i soldi necessari per consentire la prosecuzione dell’inganno; il prezzo delle azioni in continua crescita.

Sempre (ma sempre) i primi a sapere che qualcosa non va bene sono i dipendenti.

All’inizio, temono di perdere il lavoro o di essere denunciati, quindi non rivelano le irregolarità che osservano quotidianamente. Fino a quando i rischi cessano di essere puramente finanziari e finiscono per coinvolgere la vita dei consumatori.

Da qualche tempo a questa parte – e non è un caso – la palla di neve che rotola si ingrossa di denunce, accuse e confessioni.  Gli enti responsabili della regolamentazione del settore, che all’inizio non credono a ciò che sentono dai dipendenti stessi, sono costretti a intervenire in merito. E il collasso si verifica.

L’ultima volta ci sono state chiare indicazioni che qualcosa puzza in Tesla. Diversi dirigenti e ingegneri si sono dimessi, le auto sono state avviate in un … tendone e poche settimane fa è stato rivelato che il produttore aveva smesso di testare i freni del suo Modello 3 per accelerare la produzione.

Finora ci sono più di 40 morti nel mondo relativi alle auto Tesla, un numero significativo considerando la quantità (scarsa) di auto vendute.

Lungi dall’essere all’avanguardia nel mondo delle auto elettriche in un mercato in cui i suoi concorrenti sono contati a centinaia, Tesla sta tentando di buttare ogni tanto un po’ di fumo per continuare a raccogliere capitali in uno schema che assomiglia  a quello Ponzi. Ecco come dovrebbero essere visti i nuovi modelli annunciati che potrebbero non venire mai alla luce. Se qualcuno ti ricorda uno schema Ponzi non è puramente casuale.

Non dobbiamo confonderci con gli aumenti vertiginosi che a volte generano alcuni tweet di Elon Musk, come quello che ha fatto aumentare il prezzo delle azioni di Tesla di 14 dollari il giorno in cui ha annunciato che avrebbe iniziato a implementare tecnologie di guida autonome. Con questi stessi annuncia ad effetto, la Enron arrivò alla fine.

Nei prossimi mesi, aziende note come Jaguar, Mercedes, Audi o Porsche inizieranno a vendere le loro auto elettriche negli Stati Uniti, ad un prezzo ancora più basso di quello di Tesla, che alla fine dell’anno è tenuta in piedi dai benefici fiscali di 7.500 dollari; dopo di che ci sarà la resa dei conti con i concorrenti. Elon Musk dovrebbe preoccuparsi perché l’azienda perde denaro ancor prima di affrontarli sul mercato. Inoltre, i clienti stanno iniziando a cancellare i loro ordini del Modello 3, che sono stati promessi a 35.000 USD, ma lo stesso Musk su Twitter ha ammesso che la loro attuale produzione a quel prezzo avrebbe indotto Tesla a “perdere denaro e morire”. E’ talmente intelligente, che ce lo sta dicendo lui.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.