Ray Dalio sull’economia mondiale chiama lo short

17/11/2018 Massimo Bordin 0

Conosci le strategie di PUTIN? – clicca QUI «Ahò, divertiamoci che è sabato!» Non so se si dice ancora così, ma ai bei tempi questo era il mantra di noi cioffani a fine settimana. Bene, allora visto che è sabato e che siamo tra “cioffani”, propongo l’analisi di Ray Dalio, […]

… almeno i liberisti tedeschi sono onesti

16/11/2018 Massimo Bordin 1

Senza dubbio essere liberisti è un difetto, un problema psicanalitico grave, ma almeno in Germania gli esperti economici sono più onesti dei nostri Bisin, Boldrin, Puglisi, Giavazzi, Alesina & Company… “CONTRARIAMENTE AD UN PREGIUDIZIO COMUNE L’ITALIA E’ STATA UN PAESE FRUGALE”: (sempre in surplus prima degli interessi, che sono l’unica […]

No Image

Pil tedesco in calo. Germania poco austera?

15/11/2018 Massimo Bordin 1

E’ tipico dei blogger narcisisti e arroganti dire: ve l’avevo detto. E noi ve l’avevamo detto, ve l’avevamo detto, ve l’avevamo detto. E lo ripetiamo pure tre volte, per i duri di comprendonio. Siccome vi piacciono le agenzie, beccatevi questa: Frena la locomotiva tedesca. Nel terzo trimestre dell’anno il pil […]

Intervista con Suor Yola Girges

14/11/2018 Massimo Bordin 0

Intervista con Suor Yola Girges di Stefano Orsi Avendo letto l’anticipazione dell’articolo che apparirà sull’Espresso, ho chiamato suor Yola per avere direttamente da lei alcuni ragguagli sul suo incontro con Sara Lucaroni e sul soggiorno in Siria di quest’ultima. A partire da questo momento suor Yola Girges verrà siglata come […]

Al Cinema Dildo per i bambini, ma niente morbillo

13/11/2018 Massimo Bordin 0

Quest’anno, il Festival del cinema svedese presenta un cortometraggio chiamato “Fuck You” , la cui storia ci parla di una ragazzina di origine africana che vuole usare un dildo anale sul suo amico bianco per farlo sentire “veramente svedese”. Da adolescente avevo il mito delle svedesi, che immaginavo altissime e […]

Via libera della Ue al falso Made in Italy

12/11/2018 Massimo Bordin 1

Chardonnay, Merlot, Cabernet, Sauvignon, Shiraz. Mai sentiti? Sono vitigni internazionali ma che assumono profumi diversi ed hanno anche particolari procedure a seconda dell’origine delle uve. Ecco perché vi era l’obbligo di indicare l’origine delle chicchi. La Coldiretti ora denuncia che l’Unione Europea ha modificato il regolamento e che questo obbligo […]

I numeri della Recessione in arrivo

11/11/2018 Massimo Bordin 0

Tutti si chiedono se andremo o no in recessione. Dal mio punto di vista è inevitabile, seppur non con la stessa gravità del 2008. Francamente non capisco perchè qualcuno si chieda della recessione utilizzando i “se” ed i “ma”, quando i dati che sono usciti in questi giorni parlano piuttosto […]

L’Inghilterra senza poregrami rattrista il giornalismo italiano

10/11/2018 Massimo Bordin 4

Tra le parole venete più ricercate sul web, poregramo occupa il primo posto. Significa poveraccio, miserabile, sventurato, squattrinato. Impossibile scovare al mondo una comunità senza poregrami, ma l’Inghilterra ci sta lavorando, e la Brexit rappresenta la grande occasione per ridurre la miseria al lumicino. Purtroppo in Italia, paese che invece […]

No Image

Il Capitalismo non è una tendenza naturale

07/11/2018 Massimo Bordin 1

E’ sorprendente notare come gli economisti ed i filosofi più intuitivi e originali siano spesso anche quelli maggiormente dimenticati. Ecco allora che le terze pagine dei giornali, le riviste accademiche e le pubblicazioni delle grandi case editrici fanno a a gara a riprendere le parole di Adam Smith o di […]

No Image

Ecco il vero indice economico da tenere d’occhio

06/11/2018 Massimo Bordin 0

Siamo in recessione? Credo che ci entreremo nel 2019. Ma credo anche che si tratti di una recessione in linea con ciò che sta accadendo nell’Europa continentale. L’America ha iniziato un graduale aumento dei tassi. Trump, da quando si è insediato alla Casa Bianca ha dato avvio a quanto promesso […]

Friedman e la Thatcher ai liberisti italiani: «deficienti!»

05/11/2018 Massimo Bordin 1

Ok, con i “se” e con i “ma” non si fa la storia. Però l’economista Milton Friedman e il primo ministro britannico Margareth Thatcher – gli idoli totemici dei liberisti italiani – sull’ipotesi di un’unione monetaria e sull’euro erano stati molto chiari prima di morire: “no, no, no”. C’è persino […]