In Olanda le scuole islamiche fanno propaganda contro l’omosessualità

In Italia, se parli in modo molto critico della teoria gender, del movimento LGBT o apri anche solo una discussione social su questi temi rischi una querela. Nella civilissima e liberalissima Olanda, invece, la propaganda contro i gay è addirittura spiegata in alcune scuole elementari islamiche. Sarebbe interessante proporre un sondaggio tra i più accesi attivisti gay e lesbiche in Italia e chiedere loro cosa pensano dell’immigrazione proveniente dai paesi musulmani. Chissà cosa ne verrebbe fuori. Nell’attesa che anche una curiosità di così poco conto come questa venga soddisfatta, propongo un abstract della news che gira online nei siti in lingua inglese

Le scuole elementari islamiche nei Paesi Bassi hanno distribuito letteratura anti-LGBT secondo la quale Allah avrebbe distrutto un intero popolo a causa della sua omosessualità.

Il materiale fa parte dell’educazione sessuale nelle scuole islamiche e proviene dal libro Aiuto! Sono cresciuto rilasciato dall’organizzazione islamica ISBO per 44 scuole in tutti i Paesi Bassi, (come sostenuto nel report del Nederlandse Omroep Stichting)

Sul tema dell’omosessualità, il libro afferma che “il divieto nell’Islam si basa sull’avere rapporti sessuali con qualcuno dello stesso sesso”, e continua a condannare le persone transgender dicendo che Allah ha “maledetto” i ragazzi che si vestono da ragazze.

L’Ispettorato per l’Istruzione è stato interrogato sul citato materiale ed avrebbe risposto che, “l’ispettorato esamina sempre come il materiale didattico viene applicato nel contesto. Questi esempi di per sé non lasciano presumere che i limiti legali siano stati oltrepassati. “

La professoressa di pedagogia Micha de Winter dell’Università di Utrecht la pensa però in modo molto diverso: “un aspetto importante dell’educazione alla cittadinanza è che i bambini imparino a pensare in modo critico e a fare le proprie scelte. Questo libro di testo, invece, dice molto chiaramente come dovresti vivere e quant’altro. ”

“Lo stile di vita proposto si riferisce al modo di vivere occidentale, in cui le persone hanno molta libertà di scegliere come vogliono vivere”, ha chiosato la Winter.

All’inizio di quest’anno nel Regno Unito, i musulmani a Birmingham hanno contestato un programma scolastico opposto a quello del libro di testo appena descritto poichè celebrava, invece che condannare, gli stili di vita LGBT.

I genitori musulmani avevano cartelli fuori dalla scuola con slogan come “Say No To Sexualisation of Children”.

A maggio, in un’altra scuola a Birmingham gli attivisti LGBT sono stati attaccati con il lancio di uova da parte di manifestanti musulmani.

Com’è che era? “Evvia il modello d’integrazione nordeuropeo!”, in attesa magari di vedere chi è stato integrato pronto a cacciare a pedate chi lo aveva accolto in virtù dell’eterogenesi dei fini. Pop corn ne abbiamo? (fonte: qui)

1 Trackback / Pingback

  1. RASSEGNA STAMPA DETTI E SCRITTI 16 SETTEMBRE 2019 - Detti e Scritti

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.