Il Deep State ucraino cambia idea sulla Russia: “diamo la parola ai soldi”

Pochi sanno chi è Igor Kolomoysky, miliardario ucraino di origine ebraica. Considerato il secondo uomo più ricco dell’Ucraina, Igor manovra le sue attività dalla Svizzera ed è un uomo di mondo. Di certo, non può ringraziare i russi per quello che è successo dopo Piazza Maidan. Considerato a lungo uno degli sponsor dell’operazione antirussa che nel 2014 portò alla cacciata di Janukovic, Kolomoysky si vide nazionalizzate tutte le sue attività in Crimea, regione che com’è noto fu annessa alla Russia con un referendum contestato dalla comunità internazionale. Insomma, Kolomoysky è tutto fuorché filorusso, e molti lo hanno additato come uno dei responsabili della tragedia del colpo di stato.

Bene. Sturatevi le orecchie e sentite quanto ha appena dichiarato

L’Ucraina dovrebbe rinunciare all’ovest e tornare all’ovile della Russia – ha detto in un’intervista al New York Times di mercoledì.

I rapporti commerciali di Kolomoisky con il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy sono stati oggetto di un attento esame dall’inizio della campagna elettorale quest’anno. Entrambi hanno respinto le indiscrezioni secondo le quali Kolomoisky avrebbe un’influenza “dietro le quinte” su Zelenskiy.

Il Moscow Times ha raccolto alcune citazioni dall’intervista – emotiva e piena di volgarità – di Kolomoisky che il New York Times registra come un “notevole cambiamento di stato d’animo” per l’ex avversario della Russia.

Sulla Russia:

  • “Sono comunque più forti. Dobbiamo migliorare le nostre relazioni. “…” Qual è il modo più veloce per risolvere i problemi e ripristinare la relazione? Solo soldi. “
  • “Prenderemo 100 miliardi dai russi. Penso che adorerebbero darceli oggi. “
  • “Dateci 5, 10 anni e il sangue versato sarà dimenticato.”
  • “Sto descrivendo, obiettivamente cosa sto vedendo e come stanno andando le cose”.

Sulla delusione per l’Occidente:

  • “Non ci porterete tutti [nella NATO e nell’Unione europea]”.
  • “Inutile perdere tempo a parlare a vuoto. Mentre alla Russia piacerebbe portarci verso un nuovo patto di Varsavia “.
  • “Gli Stati Uniti usano l’Ucraina per condurre una Guerra contro la Russia … fino all’ultimo ucraino.”
  • “Le persone vogliono la pace, una bella vita, non vogliono essere in guerra. E tu [gli Stati Uniti] ci stai costringendo a essere in guerra e non ci dai nemmeno i soldi per farlo. “

Sulla futura possibile rappresaglia dell’amministrazione statunitense allo scandalo Trump-Ucraina:

  • “Se fanno i furbi con noi, andremo verso la Russia”.
  • “I carri armati russi saranno di stanza vicino a Cracovia e Varsavia.” … “La tua NATO si sporcherà i pantaloni e comprerà i pannolini Pamper.”

Sulla percezione di sé:

  • “Se mi metto gli occhiali e mi guardo come tutto il resto del mondo, mi vedo come un mostro, come un burattinaio, come il maestro di Zelenskiy, qualcuno che fa piani apocalittici.”
  • “Posso iniziare a renderlo reale.”

Qualcuno potrà anche pensare a Kolomoysky come ad un cinico miliardario. Di fatto, potrebbe davvero stravolgere l’insensata politica ucraina degli ultimi anni, e se lo facesse sarebbe persino necessario dirgli grazie.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.