Zibordi prevede due scenari possibili per i prossimi mesi

Pubblichiamo per intero un approfondimento del trader Giovanni Zibordi, così come anticipato sul suo profilo twitter (QUI) e sul suo sito Cobraf (QUI). La qualità e la praticità dell’analisi meritano di essere riportate parola per parola anche su micidial, con l’obiettivo di aumentarne la divulgazione. Sintetizzzo così ciò che penso dell’analizi proposta da Zibordi: oro colato!

Ecco le sue testuali parole:

By: G.Zibordi on Domenica 22 Marzo 2020 12:00

Ci sono ora due scenari per i prossimi mesi, diciamo fino a luglio e provo a seguirli qui nei prossimi giorni, come ho fatto su twitter, dove però le cose che scrivo sui mercati sono annegate in mezzo ad altri commenti.  A differenza di quello che facevo anni fa quando tenevo un servizio di “advisor”, non farò discorsi (dopo di questo qui sotto), ma solo indicherò con grafici alcuni segnali su azioni, indici, bonds, valute e oro se mi sembra che possano valere per qualche giorno e non per qualche ora. Siamo in mercati che si muovono, parliamo di indici di borsa, del 2% in pochi minuti e del 9% in una giornata, con il petrolio che fa 30 o 40% in un giorno, i BTP che perdono o guadagnano il 6% in un giorno. Quindi è una situazione unica nella storia, penso si possa dirlo…

Qui di seguito ho provato oggi a delineare due scenari che riassumono meglio quello che ho scritto su twitter e forse possono servire a capire cosa fare. Qualcosa che vada al di là di qualche segnale in tempo reale che ogni infilo dentro twitter.

Scenario 1)

l’epidemia dall’Italia si allarga a tutta Europa e Nordamerica con decine di migliaia di morti nei prossimi mesi e un “blocco” (lockdown) dell’economia per fermarla

In questo scenario, anche se in Asia il contagio non riprende, l’economia mondiale va in Depressione, con PIL mondiale che cala almeno del -6% entro l’estate e picchi di -10% del PIL in paesi come la Spagna, l’Italia e forse la Francia o UK con USA e Germania che perdono un poco di meno. Il modello più importante di previsione al momento sembra quello dell’Imperial College di Londra, seguito dai governi USA e UK ed estrapola circa 250 mila decessi in UK e oltre un milione in USA. Con una strategia di “sopppressione” stile Wuhan o Italia i morti calano ora, ma si prevede da parte del modello poi un ritorno del contagio quando tra due o tre mesi diventi intollerabile tenere l’economia ferma e la popolazione in casa. Per cui avresti una depressione economica nei prossimi mesi e poi un ritorno a fine anno dell’epidemia, con meno della metà dei morti rispetto al non fare niente, ma comunque alcune centinaia di migliaia e in più una Depressione economica come negli anni ’20.

In questo scenario di disastro sia umanitario che economico, la valanga crescente di liquidità, credito, QE e mega deficit pubblici per migliaia di miliardi che tutti i governi rovesciano ora sui mercati e l’economia creerà dei rimbalzi violenti dei mercati, ma non cambia il trend fino a quando l’epidemia non cominci a scendere, come è avvenuto in Asia e la crisi si protrae di un altro anno, perchè la soppressione del contagio bloccando quasi tutto funziona ora, ma poi quando viene rilasciata crea un altra ondata e comunque intanto l’economia perde anche il 10% o 20% del PIL

In questo scenario pessimista da qui a giugno o luglio sale solo il Dollaro e forse i bonds USA, ma tutte le borse incluse le asiatiche, le valute, le materie prime e i bonds europei franano ancora. L’S&P 500 da 3,400 circa di massimo che aveva toccato a gennaio può crollare a 1,800 e le borse europee perdere un altro -20%, anche il Nikkei perchè pur non avendo contagio il Giappone non regge una depressione globale.

L’Oro può oscillare, ma contro uno scenario di depressione, deflazione e Dollaro come rifugio non sale e va a zig zag come i BitCoin. Il Petrollo dipende anche da un accordo tra USA, Arabia e Russia che cercano di sostenerlo e può oscillare intorno ai valori attuali, senza franare ancora, ma senza risalire oltre 30 dollari.Ovviamente ci sono alcune azioni che beneficiano di questo sconvolgimento, come Amazon o Netflix per fare esempi facili, ma non puoi comprare per settori o paesi, devi trovare delle singole società sane e che fanno da rifugio perchè comunque i governi rovesciano alcune migliaia di miliardi sui mercati e l’economia e quindi si creano opportunità, ma solo per singole società in un trend di depressione economica

Scenario 2)

l’epidemia si allarga ancora per un mese in Europa e Nordamerica, ma raggiunge un “picco” entro Aprile come in Asia è successo in Febbraio 

In questo caso avresti che gli altri paesi occidentali seguono nelle prossime settimane il percorso dell’Italia, ma non nella misura che si vede in Lombardia e senza arrivare ad esempio a 100mila morti complessivamente e poi tutti mostrano un declino dei decessi, come è successo in Corea, Cina e resto dell’Asia da inizio Febbraio ad oggi. Va ricordato che le cifre ufficiali dei decessi in Asia sono molto base, anche se quelle cinesi fossero false e i decessi fossero stati 100mila, resta che in tutto gli altri paesi dove i numeri invece sono credibili, i morti non sono arrivati a 1,000 persone. 

Come discuto qui a fianco e su twitter ho provato a spiegare, c’è un enorme incertezza da parte degli esperti che hanno errato prima nel sottovalutare il contagio dicendo che non sarebbe arrivato dalla Cina (vedi i nostri epidemiologi in Febbraio), poi nel pensare che in Cina e Asia avrebbe fatto molte più vittime e invece in due mesi è quasi scomparso da loro. Ora gli stessi esperti che hanno già sostanzialmente errato, proiettano centinaia di migliaia di decessi in America ed Europa anche se in Asia sono stati poche migliaia (forse anche decine di migliaia in Cina se li hanno censurati, ma resta che la vita è tornata quasi normale nell’economia cinese). In Occidente i governi sono meno efficienti per questo tipo di controllo che in Cina o Corea e Giappone e i morti saranno sicuramente di più, ma gli esperti  possono essere sorpresi di nuovo, perchè il caldo, l’utilizzo di alcuni farmaci che in Asia hanno impiegato, il blocco delle persone e attività, il controllo del contagio da parte degli ospedali e forse mutazioni del virus possono avere un effetto combinato di riduzione dei casi critici e dei decessi. Se questo avvenisse entro un mese ad esempio, prima che i decessi in Occidente raggiungano una cifra di 50mila, quindi ci fosse un picco intorno a 50mila morti o anche forse 100mila morti, ma venisse compreso che la dimensione della crisi è quella e non i milioni di morti, allora cambia tutto di colpo. L’influenza stagionale come si sa causa intorno da 100 a 200 mila decessi in Europa e America (18mila di media annua in Italia) e una volta che pubblico e governi si rendano conto che questa è stata un ondata pesante di influenza,

In questo scenario lo tsunami di denaro che le Banche Centrali e i governi stanno pompando in tutti i modi per i mercati e l’economia produrrà un inversione a “V” entro l’estate e un esplosione delle borse e alltri asset. La quantità di denaro che viene ora “stampata” o presa a prestito è senza precedenti nella storia, eccetto che durante l’ultima guerra, la quale però causò decine di millioni di morti e la distruzione totale di mezza Europa e Asia. Qui stiamo parlando per ora di alcune migliaia di decessi tra la popolazione anziana e le epidemie precedenti dell’ultimo secolo si sono sempre risolte senza fare danni all’economia finora.

Questi sono i due scenari che si possono delineare e nessuno, incluso ovviamente chi scrive, al momento può fare molto di più che seguire le notizie e cercare di vedere sia nel trend dei casi di contagio e decesso che nel trend dell’economia giorno per giorno in che direzione la situazione si sviluppa. Ad esempio su twitter ho indicato il 18 marzo che su petrolio, oro e borse c’era un minimo e in effetti un rimbalzo c’è stato, ma si tratta di trading e può essere che nel weekend e domenica notte questi mercati tornino a franare. Qui si spera  di trovare anche qualche indicazione che sia valida per più tempo

La situazione dei mercati

Le Borse hanno perso da 88 mila a 62 miliardi di capitalizzazione nel mondo in circa un mese, il crollo più rapido della storia, anche nel 1929, nel 1987 e nel 2008 il cedimento non era stato così violento con le borse europee che sono tornate al livello del 2012, un -40% in cui le banche hanno perso il -50% e sono ai livelli di 30 anni fa. La borsa migliore è quella cinese, le peggiori sono in Europa in termini di crollo da gennaio, le borse americane sono però ancora sopra il livello di quando Trump nel 2016 è andato al potere. 

Le Materie Prime come indice sono sprofondate al livello più basso dal 1974, il petrolio è sui 21 dollari al barile da 60 dollari un anno fa, le valute emergenti hanno perso dal 10 al 20%, le valute di Canada, Australia, NZ, Svezia e Corona hanno perso come se fosse valute emergenti, l’Euro da 1,15 è sceso a 1,07, la Sterlina è sotto il livello post Brexit. I bonds societari sono in caduta con le spread che si allargano rispetto ai bonds governativi, ma non ancora ai livelli del 2008 ad esempio. I titoli di stato hanno perso in generale, ma bisogna considerare il cambio perchè ad esempio i bonds USA essendo il dollaro salito molto bene hanno fatto guadagnare da quando è iniziata la cirisi del virus.

Le Banche Centrali stanno stampando migliaia di miliardi di euro, yen, dollari, sterline, corone, dollari canadesi o australiani e persino zloty in Polonia dove non ci sono morti. Con queste centinaia di miliardi comprano bonds governativi, ma anche bonds societari, ipotecari o municipali. Stanno riducendo i vincoli alle banche che erano stati messi in piedi dopo il 2008 perchè vogliono che prestino a tutti i costi. Stanno dando centinaia di miliardi alle banche a tasso zero o persino negativo. I governi stanno tutti rompendo gli argini dell’austerità dove esisteva come in UE e apprestando deficit come in tempo di guerra

COSA FARE

Se lo Scenario 2) di un “picco” dell’epidemia in America ed Europa nel giro di un mese o massimo si materializza avrai in estate un boom inflazionistico soprattutto per gli asset finanziari e probabilmente anche una certa inflazione. In questo scenario tra un mese circa, forse prima se i mercati anticipano come succede, compri le borse a testa bassa e anche l’Oro e vendi o bonds. Non potrà durare molto perchè ovviamente l’economia globale sarà completamente sbilanciata e anche caotica e il debito totale si sarà moltiplicato ancora oltre i livelli già pericolosi che abbiamo oggi. Ma prima che arrivi la resa dei conti sul debito avrai per forza di cose un effetto enorme di tutto questo denaro, debito o moneta che sia, sui mercati e un “melt up”, un esplosione verso l’alto di qualche mese solamente, ma con rialzi del 40 o 50% delle borse e l’oro può esplodere.

Se invece si materializza lo Scenario1) catastrofico di un epidemia che fa centinaia di migliaia di morti in America ed Europa, per cui questa epidemia di influenza/polmonite si rivela diversa da tutte le altre degli ultimi 100 anni, avrai deflazione e depressione economica e l’unica cosa che protegge è il Dollaro. In questo caso le conseguenze sociali e politiche sono ovviamente molto pesanti e difficili da prevedere perchè le elites stesse perdono il controllo della situazione un poco come negli anni ’30.  Più per la depressione economica che per il costo umano perchè questo è circoscritto pur sempre a una fascia di popolazione “in pensione” e non è paragonabile ad una guerra. Dato però che in Occidente non siamo capaci di controllare tutto e tutti come in Cina e abbiamo fatto errori nella gestione del contagio a differenza della Corea, possiamo avere secondo molti epidemiologi 2  milioni di decessi in America e altrettanti in Europa e questo spinge i governi democratici a sacrificare l’economia. In questo caso l’ondata di liquidità e deficit non invertiràla tendenza perchè la gente non spende e molti non lavorano. E c’è solo il Dollaro come nel 2008.

Come si può evincere da quello che scrivo su twitter, trovo questo scenario meno probabile e penserei invece che entro l’estate ci sia un inversione a “V” dei mercato, magari anche solo di alcuni mesi, ma molto potente. Se l’epidemia di influenza non arriva alle centinaia di migliaia di morti come si teme ora, la valanga di denaro che governi e Banche Centrali stanno pompando avrà effetti esplosivi

Ma i due scenari sono effettivamente entrambi possibili e probabili alla data di oggi e avere, come è umano, una propria intuizione non dovrebbe chiudere la mente al fatto che le cose possono andare diversamente da quello che tu ritieni probabile. Al momento ad esempio, solo avere Dollari (cash o tramite bonds governativi, Treasury) sta funzionando per un investitore

Nei prossimi giorni provo a seguire la situazione con consigli pratici, cercando di inquadrarli in questo piccolo schema generale appena sviluppato qui

A differenza di quello che facevo anni fa quando tenevo un servizio di “advisor” non farò discorsi qui (dopo di questo), ma solo indicherò con grafici alcuni segnali (fonte originale: www.cobraf.com)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.