Storico discorso di Alberto Bagnai al Senato della Repubblica

Erano decenni che al parlamento italiano non si sentiva un discorso di tale levatura. Alberto Bagnai, professore che viene da lunghi editoriali di economia sul Manifesto, ora rappresenta con Claudio Borghi Aquilini la linea economica della Lega. Insomma, da sinistra destra, verrebbe da pensare, ma il professore toscano che insegna all’Università di Pescara non si può etichettare con tanta facilità come “leghista” dell’ultima ora. Divenuto famoso con un blog, goofynomics, e con un libro – il tramonto dell’euro – Bagnai è oltre che un accademico anche un musicista di levatura internazionale. La sua enorme cultura è un balsamo contro la dilagante assenza di sapere e di valori dei politici italiani e di molti, troppi elettori dell’ormai ex Belpaese. Fatevi un favore: ascoltatelo!

2 Commenti

  1. Scusate se approfitto dello spazio, ma mi ha colto un dubbio e vorrei tanto essere smentita.
    Ieri sera ho visto il doc. “LABORATORIO GRECIA” . Lo scempio di quel Paese, culla della Democrazia, è stato possibile grazie al tradiemento di Papandreou e al debito pubblico gonfiato. Ora, poichè la delibera del Governo riguardo alla ‘pandemia’ è datata 31 DICEMBE, ma fino a fine Febbraio gli stessi, invitavano gli italiani ad abbracciarsi (l’unico pericolo è il razzismo!), è possibile che la sitauzione sia stata VOLUTAMENTE lasciata degenerare, onde adottare le misure che conosciamo, preparando DI FATTO il terreno per il MES (ingresso della Troyka) e instaurare un regime poliziesco (vedi Grecia) ?
    Per favore, qualcuno mi smentisca.

  2. Seguo il prof. Bagnai da tre anni sul suo blog, mi piaceva come economista, ma ora mi impressiona davvero come uomo politico, perché unisce a grande conoscenza della sua materia, anche grande cultura, oratoria, intelligenza politica e tanta disponibilità a spiegare cose difficili, in modo spesso divertente, a chi abbia voglia di informarsi. Mi fa piacere che il prof. Bagnai si sia dedicato alla politica, perché potrà fare tanto bene, e mi fa doppio piacere, da tanti suoi riferimenti, saperlo pure un cattolico devoto.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.