Ancora Monete d’Oro contro questo Pazzo Mondo dell’Economia di Carta

svizzeraMicidial vi ha offerto alcune chicche di protezione dall’inflazione: l’acquisto con piano d’accumulo di sterline d’oro; la collezione di monete numismatiche in fior di conio di carattere evocativo; i mitici Panda Coin in tiratura limitata proveniente dalla Cina del boom economico e demografico.

Per le considerazioni su questi investimenti a basso rischio e protezione del capitale vi rimandiamo agli articoli specifici; oggi, aggiungiamo un altro gioiellino, anch’esso in metallo prezioso e stavolta proveniente dalla vicina Svizzera (quindi, più abbordabile della Cina).

La moneta da collezionare e tenere in cassaforte di questa settimana è il 250chf della Confederazione Elvetica.

250

La moneta è stata coniata in occasione del 700esimo anniversario della Confederazione

È in oro 0,900 che non è male perché contiene più oro della sterlina inglese Elisabeth e quindi è quasi pura.

La moneta ha gli stessi vantaggi delle monete da collezione, essendo commemorativa da 250 Franchi svizzeri ed emessa nel 1991, in una occasione importante per i cittadini svizzeri. La si trova Fior di Conio, quindi in stato estetico ottimo, e già si è detto quanto questo sia importante per il collezionista doc.

La moneta è stata emessa in 296.741 esemplari, non tantissimi per la verità.

Come dice Oliver Hutton, l’esperto di investimenti che collabora per truccofinanza:

“Le monete d’oro hanno lo svantaggio di avere un agio superiore ai lingotti (rispetto al valore intrinseco dell’oro), ma hanno anche il grande pregio di essere molto liquide e facilmente commerciabili. Come l’oro in lingotti anche le monete (quelle da investimento senza “valore aggiunto” numismatico) oscillano in base al valore del sottostante, il metallo giallo. Le monete d’oro hanno comunque un valore “nominale” (a parte il Kruegerrand fra le più conosciute). Per esempio la Sterlina Inglese ha un valore di 1 GBP, mentre il Canguro Australiano da 1 oncia ha un nominale di 100 AUD. Dunque il nominale rappresenta solo una piccolissima parte del valore intrinseco dell’oro. In Svizzera esiste una moneta, coniata nel 1991 per festeggiare i 700 anni della Confederazione. Questa moneta ha un valore nominale di CHF 250.–, è in oro 900/1000 e pesa 8 gr. Dunque 7.2 gr di oro puro. A fronte di un “facciale” di 250 CHF, che io sappia non esiste al mondo (mi correggerete se quello che dico non è vero) una moneta che abbia una proporzione così elevata fra valore oro e valore nominale. E questa moneta ha tutt’ora valore legale. Volendo (anche se non avrebbe senso perché il valore dell’oro è attualmente superiore a CHF 250.–) si potrebbe scambiare la moneta contro 250 CHF di biglietti. La moneta è molto interessante in quanto verso il basso il nominale offre una protezione, mentre verso l’alto il valore dell’oro offre un potenziale di crescita, dunque “sicurezza” abbinata a “potenziale di utile sull’incremento del prezzo dell’oro”.

Cosa significa tutto questo per noi? Che investire in questa moneta è più razionale che investire in oro sotto forma di lingotti, in oro sotto forma di sterline o kruggrand o panda cinesi.

Perché?

Perché se anche il valore dell’oro in borsa crollasse a ZERO (cosa impossibile secondo noi), comunque ci consegneranno sempre – in Svizzera – 250 franchi a corso legale in cambio di questa moneta commemorativa.

Mica male, se pensiamo che il franco è la valuta oggi più sicura al mondo e che al cambio attuale significa 242 euro.

Un lingotto d’oro non ha valore nominale e qualora il metallo giallo diventasse “barbaria reliquia”, come auspicava Keynes, nessuna banca al mondo sarebbe costretta a pagarcelo un euro bucato.

Su internet, in queste ore, la moneta può essere acquistata nei siti specializzati a circa 320 euro, ma meglio trovarsi in Svizzera per questo tipo di acquisti o tramite persone di fiducia che nella terra del cioccolato si recano di frequente

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.