Bill Gross annusa la Crisi delle Banche Ombra

Bill Gross ha finora fatto due previsioni, o analisi, o report, insomma due studi finanziari che si sono rivelati efficaci alla prova del nove, quella dell’investimento diretto.

La prima chiamata, il fondatore di Pimco la fece sul tedescone Bund, il titolo di stato germanico a 10 anni, per Gross talmente sopravvalutato da meritare uno short grande come una casa. E così fu, noi lo seguimmo e il bund poche ore dopo la chiamata di Gross precipitò letteralmente dalla quotazione del future di riferimento sopra 160 fin sotto 150. Alla faccia della crisi greca e della forza merkelliana, il bund non poteva prezzare così tanto e per così tanto tempo e caduta fu. Un plauso a Bill Gross anche da Micidial che per tempo invitò i lettori a seguire l’analisi dell’americano

Poi, a giugno fu la volta della Cina. Sempre con l’enfasi che lo caratterizza, Gross sostenne che il mercato cinese aveva corso troppo.

“La nuova “puntata short di una vita” di Bill Gross è l’indice Shenzen della Borsa cinese scriveva a giugno Wallstreetitalia – che secondo l’ex manager di Pimco – ora accasato a Janus Capital, dove gestisce un fondo obbligazionario del valore di 1,5 miliardi di dollari – ha corso troppo.

Secondo Gross la pioggia di vendite che nei due giorni scorsi si è abbattuta sui Bund tedeschi  è l’inizio di un trend ribassista che lui aveva previsto per tempo.

“Non è ancora il momento, ma il prossimo a capitolare sarà l’indice composito Shenzhen della Borsa cinese, ha scritto in un tweet pubblicato sul conto di Janus Capital”

Che dire, gli indici cinesi dopo la profezia di Gross hanno fatto sparate al ribasso superiori al 10 per cento, appena l’altro ieri un bel – 8%  a ribadire la bontà dell’analisi di Gross.

Insomma, chi quest’anno avesse seguito i report pubblici di Gross avrebbe fatto soldi a palate

E per i prossimi mesi?

Gross non ci ha deluso finora, ma la previsione sui fondamentali fatta in questi ultimi giorni ci pone dei condizionali vincolanti che potrebbero compromettere la bontà di tutta l’analisi.

Ma vediamo nel dettaglio con chi se la prende stavolta Gross?

Sotto i riflettori risulta il cosiddetto sistema bancario ombra, già vittima di una sua impietosa analisi nel 2008

La crescita di prodotti derivati nel mercato del credito, finiti per lo più in pancia a quei nuovi, oscuri e poco regolati attori che vanno sotto il nome di conduits, SIVs e hedge funds ha finito negli anni precrisi per assumere i tratti di una colossale fioritura di schemi di Ponzi, dove il gioco poteva durare finchè i mercati (e il credito) si espandevano.

Ed oggi? Tutto finito? Le banche ombra si sono ridimensionate?

Macchè! Gross sa bene come stanno le cose, essendone un protagonista, un attore di primissimi piano anche e soprattutto ora che ha lasciato la società Pimco per Janus.

Le banche ombra, cioè gli intermediari finanziari non bancari che offrono servizi simili alle banche, quali veicoli di investimento strutturato, fondi speculativi e fondi del mercato monetario. come la stessa Pimco, potrebbero crollare a seguito di una crisi di liquidità

Le condizioni Gross per un crollo di questo  mercato sono:

1) Un errore della fed, la banca centrale, che porta a prezzi delle obbligazioni più bassi e ad un dollaro più forte (in parte questo sta già avvenendo, ndr).

2) La Grecia, e in tal caso, le conseguenze inevitabili di default / ristrutturazione che porta a nuove preoccupazioni per le periferiche della zona euro.

3) Cina “un enigma avvolto in un mistero all’interno di un enigma”, sentenzia Gross

4) Per il Mercato emergente, una crisi in dollari di debito / sovrainvestimenti / merce

5) i rischi geopolitici vari

6) La teoria del caos-ala di una farfalla – suggerisce che un piccolo cambiamento in “sistemi non lineari” potrebbe portare a grandi cambiamenti altrove.

Insomma, piccoli cambiamenti possono sconvolgere lo status quo.

A differenza della crisi finanziaria precedente, quando le più grandi banche d’investimento di Wall Street sono andate in ginocchio quando la liquidità si prosciugò, Gross ha detto che la prossima ondata coinvolgerà istituti non bancari come Pimco, la società che egli stesso ha fondato più di 40 anni- e tutte le altre banche ombra come Blackrock e MetLife.

Così Bill Gross ha appena sentenziato. Il tempo, al solito, ci dirà la verità finale, ma non vedo perchè non guardare con prudenza ai mercati nei prossimi mesi, alla faccia della tanto osannata “crisi alle nostre spalle”

1 Trackback / Pingback

  1. Tempo a Milano (piazza recintata) - Pagina 4569 - I Forum di Investireoggi

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.