Steve Bannon fonda il “movimento” e va all’assalto dell’Unione Europea

Steve Bannon pare sia stato cacciato dalla cerchia ristretta del presidente Donald Trump, ma dice che ora è deciso a finanziare e organizzare una rivoluzione di estrema destra in tutta Europa.

Il controverso attivista nazionalista di destra ha dichiarato al Daily Beast che intende realizzare una fondazione, chiamata “The Movement”, che aiuterà i diversi movimenti di estrema destra del continente a riunirsi nella causa comune di bandire l’integrazione europea nel passato.

Alcuni dei servizi forniti comprenderanno la ricerca sui think tank, l’esperienza di voting targeting, i sondaggi e altri servizi di supporto politico, nonché l’accesso ai finanziamenti.

Bannon ha detto che immagina il Movimento come un diretto oppositore del miliardario ungherese-americano George Soros Open Society Foundations, che ha donato circa 32 miliardi di dollari a cause liberali democratiche.

L’ex stratega della Casa Bianca e dirigente di Breitbart News ha affermato di aver già avuto colloqui con alcuni dei principali esponenti politici europei di estrema destra, tra cui l’ex leader dell’Independent Party (UKIP) e il pioniere della Brexit Nigel Farage e i membri del politico francese di estrema destra Marine Le Pen’s Reassamblement Partito nazionale (precedentemente noto come Front National).

Le Pen in precedenza aveva invitato Bannon al congresso del suo partito a marzo; Ha detto ai suoi sostenitori che “la storia è dalla nostra parte” e ha assicurato loro che facevano parte di un movimento mondiale che trascendeva la politica francese.

Con le elezioni del Parlamento europeo previste per il 2019, Bannon afferma che lui ei suoi alleati vogliono creare una coalizione di partiti di destra per spingere il movimento populista al livello successivo.

Ha parlato con Farage e Le Pen per guidare la creazione del blocco del Parlamento europeo di destra, che includerebbe partiti non solo dalle tradizionali potenze dell’Europa occidentale ma anche da nazioni del blocco orientale come la Polonia e l’Ungheria.

“Il nazionalismo populista di destra è ciò che accadrà. Questo movimento governerà “, ha detto Bannon a The Daily Beast. “Avremo dei singoli stati nazione con le loro identità ed i loro confini”.

Il 64enne ha dichiarato di essere stato ispirato dal risultato del referendum sulla Brexit, dato che la campagna “Leave Leave” ha dovuto accontentarsi di un tetto spese di campagna di 7 milioni di sterline (12,1 milioni di dollari).

“Quando mi hanno detto che il limite di spesa era di 7 milioni di sterline, io vado all’atacco. “Intendi 70 milioni di sterline? Ma che diamine?!” – ha dichiarato Bannon a The Daily Beast. “Accidenti! Hai appena preso la quinta più grande economia del mondo fuori dall’UE per soli 7 milioni di sterline!”

Ha anche sottolineato il successo del movimento anti-immigrazione a cinque stelle e dei partiti della Lega Nord, il cui successo senza precedenti nelle elezioni generali all’inizio dell’anno li ha portati a unirsi a formare la coalizione che ora governa il paese.

“Hanno usato le loro carte di credito”, ha detto Bannon a The Daily Beast. “Hanno preso il controllo della settima più grande economia del mondo, con le loro carte di credito! È da pazzi.”

Il Movimento dovrebbe avere sede nella capitale belga di Bruxelles, che è anche la città in cui tutte le principali istituzioni dell’Unione europea a cui Bannon si oppone così fortemente hanno il loro quartier generale.

Una manciata di personale a tempo pieno sarà assunto nei prossimi mesi, ha dichiarato Bannon a The Daily Beast, anche se altri saranno assunti dopo le elezioni del Parlamento Europeo del 2019.

Oltre a potenziare i partiti populisti di destra in Europa, il movimento fungerà anche da canale di collegamento tra la destra europea e il Caucus della libertà negli Stati Uniti, che annovera tra i suoi membri alcuni dei parlamentari più conservatori del partito repubblicano.

Bannon è stato capo stratega della Casa Bianca per sette mesi prima di unirsi alla lunga serie di ex alleati di Trump che sono stati licenziati dal presidente.

Tornò prontamente al suo precedente ruolo di presidente esecutivo del media di destra Breitbart News, dicendo al Weekly Standard che avrebbe usato Breitbart per “annientare” i suoi avversari politici.

Ma si è dimesso dalla sua posizione a Breitbart solo cinque mesi più tardi, in seguito a una caduta pubblica con Trump, le cui fiamme erano alimentate dal racconto di Michael Wolff “Fire and Fury” – All’interno della Trump White House, in cui Bannon era citato facendo commenti sprezzanti su Trump e il suo staff, tra cui Ivanka Trump e Donald Trump Jr.
Trump ha attaccato Bannon su Twitter, chiamandolo “Sloppy Steve” e dicendo che è stato “scaricato come un cane”. Ma Bannon ha comunque mantenuto il suo sostegno a Trump, dicendo che “rimarrebbe pronto a rinnovare gli sforzi di questo presidente per rigenerare l’America di nuovo. “
Mentre il titolo di Bannon potrebbe essere caduto negli Stati Uniti, lo stratega ha dichiarato al Daily Beast di essere determinato nel suo desiderio di portare l’Europa  verso l’estrema destra politica.

“Voglio vincere e poi voglio effettuare il cambiamento.” (fonte globalnews traduz. micidial.it)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.